Nicchi: “De Laurentiis ha detto che la Juventus ha rubato lo scudetto? Ci penserà la procura federale”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 maggio 2018 18:11 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2018 18:11
Nicchi: "De Laurentiis ha detto che la Juventus ha rubato lo scudetto? Ci penserà la procura federale"

Nicchi: “De Laurentiis ha detto che la Juventus ha rubato lo scudetto? Ci penserà la procura federale”
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

ROMA – ”Da parte mia affermazioni del genere non sono meritevoli di nessun commento. C’è la procura federale che se vuole valuterà le affermazioni del presidente del Napoli”: così il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] ai microfoni di Radio Sportiva sulle pesanti accuse lanciate ieri dal presidente del Napoli Aurelio de Laurentiis secondo il quale alla sua squadra sono stati ”tolti otto punti”.

Parlando della Var Nicchi ha detto che “il bilancio è positivo ed è sotto gli occhi di tutti, tanto che tutti cercano di emularci e vengono a studiare da noi. Se in 5 mesi siamo arrivati a questi importanti risultati, credo che il prossimo anno i pochi errori potrebbero essere limati e non dico che si arriverà a 0 errori, ma molto vicino. Ha portato serenità, giustizia e rispetto delle regole”.

Sulla vicenda delle elezioni Figc il numero uno degli arbitri ha sottolineato che ”proprio perché dal 29 gennaio non è cambiato niente ci stiamo impegnando per far si che tutto cambi. Adesso noi siamo impegnatissimi nel fare il miglior servizio disponibile al gioco del calcio, perché è il periodo cruciale della stagione, poi mi sto occupando insieme alle altre componenti per ripristinare la governance della Federcalcio.

Bisogna approfittare del fatto di non essere ai Mondiali per mettere a posto le cose in casa nostra e partire il 1° luglio con un nuovo presidente, un nuovo consiglio federale e con tutte le componenti con una propria governance. Il nostro tavolo di lavoro è aperto a tutte le altre componenti (Serie A, Serie B e Assoallenatori, ndr) perché stiamo lavorando per il bene del calcio”.

Quanto al peso degli arbitri in Figc Nicchi ha ribadito che ”togliere peso di riconoscimento istituzionale agli arbitri significa metterlo in mano di qualcun altro e quando nel nostro mondo ci hanno messo mani altri, sapete benissimo quello che è successo. Difenderò il nostro 2% in tutte le sedi”.