E’ morto Nikolai Andrianov, ginnasta russo dei record battuto solo da Phelps

Pubblicato il 22 Marzo 2011 0:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2011 10:09

MOSCA – Il russo Nikolai Andrianov, il più titolato ginnasta di tutti i tempi – 15 medaglie olimpiche, di cui sette d’oro – è morto nella sua casa di Vladimir, all’età di 58 anni. Lo ha annunciato la Federazione russa di ginnastica. ”Abbiamo ricevuto la tragica notizia che Nikolai si è spento questo pomeriggio, era malato da tempo”, ha detto in serata alla Reuters il ct della rappresentativa russa di ginnastica, Alexander Alexandrov.

Andrianov soffriva di una patologia neurologica degenerativa che gli impediva di muovere gli arti e di parlare. Il ginnasta russa detenne il record di medaglie olimpiche tra gli uomini fino ai Giochi di Pechino 2008, quando il nuotatore americano Michael Phelps lo superò, salendo a quota 16. Includendo anche le donne, Andrianov è il terzo atleta in assoluto come numero di medaglie olimpiche dopo la ginnasta russa Larisa Latynina (18) e appunto Phelps.

In particolare, Andrianov ha conquistato un oro, un argento e un bronzo alle Olimpiadi di Monaco 1982; quattro ori, due argenti e un bronzo a Montreal 1976; due ori, due argenti e un bronzo a Mosca 1980. Si era ritirato dalle competizioni poco dopo le Olimpiadi nel suo Paese. Nel 2001 la Federazione internazionale di ginnastica lo aveva messo nella Hall of Fame. Nikolai Andrianov lascia la moglie – la ginnasta Lyubov Burda, due volte campionessa olimpica – e i figli Vladimir e Sergei.