Nocerina, presidente Giovanni Citarella arrestato. “Pagava stipendi in nero”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2014 11:17 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2014 11:17
Il presidente della Nocerina Giovanni Citarella

Il presidente della Nocerina Giovanni Citarella

ROMA- E’ accusato di aver pagato gli stipendi dei suoi calciatori in nero. Il presidente della Nocerina, Giovanni Citarella, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza. I militari, che stanno eseguendo una serie di perquisizioni, hanno anche sequestrato il 42% del capitale sociale della Nocerina oltre a beni mobili ed immobili e disponibilità finanziarie per centinaia di migliaia di euro.

Assieme a Citarella sono finiti in carcere anche il fratello del patron della Nocerina, Christian, e il cognato di quest’ultimo. Le accuse ipotizzate nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip di Salerno sono, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata all’emissione di fatture false e all’intestazione fittizia di beni..

Stipendi in nero a calciatori e allenatori. È quanto sarebbe avvenuto alla Nocerina, secondo quanto ricostruito dall’indagine della Guardia di Finanza che ha portato oggi all’arresto del presidente della società. Secondo l’accusa, infatti, sia i giocatori sia gli altri dipendenti e tesserati della società, dall’allenatore ai magazzinieri, avrebbero ricevuto ingenti somme di denaro in nero.