North American College ha vinto la Clericus Cup

Pubblicato il 12 Maggio 2012 15:43 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2012 16:01

ROMA  –   Vittoria a stelle e strisce nella sesta edizione della Clericus Cup, torneo pontificio per sacerdoti e seminaristi organizzato dal Csi. Nella finale, con un netto 3-0, i Martyrs del Pontificio North American College superano i campioni in carica della Universita’ Gregoriana e si aggiudicano per la prima volta la manifestazione dopo due secondi e un terzo posto.

Una doppietta nel primo tempo di John Gibson, il lungo centravanti di Milwaukee, entrambe le reti di testa su assist dell’australiano Lewi Barakat, sposta subito gli equilibri del match in favore dei nordamericani.

Nella ripresa e’ il bomber Scottie Gratton, alla sua sesta rete nel torneo a fissare il punteggio finale e a regalare il primo titolo pontificio al seminario del Gianicolo. Possono cosi’ esultare capitan Nelson, il portierone ex para’ Santos e il rettore del Collegio Nordamericano, James Checchio, che ha ricevuto la Coppa con il Saturno dalle mani dell’arcivescovo, Mons.Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato Vaticana.

Si finisce tutti insieme, vincitori e vinti, a centrocampo a pregare il Regina Coeli e con l’inno americano ”The Star-Spangled Banner” che ha visto protagonisti i Superfan ”Stars and stripes” quei Supermartyrs sempre presenti a supporto dei Nackers.

Terzo posto, come un anno fa al Sedes Sapientiae, vittorioso ai rigori 4-3, dopo aver impattato nei regolamentari 0-0 con il Mater Ecclesiae. Al termine del campionato consegnati quattro premi particolari, quattro stole sacerdotali, contraddistinte da diversi colori: quella viola ad esaltare il miglior allenatore del torneo e’ andata al collo del basco Inaki Yarza del Sedes Sapientiae. Quella rossa del martirio al miglior portiere, Mario Buljevic, ex Hajduk Spalato, portiere della Gregoriana.

La stola verde ha vestito il miglior giocatore in assoluto del torneo, Cristian Sieland, centrocampista di Papua Nuova Guinea nella rosa del Collegio Urbano. Bianca, invece, quella per il miglior attaccante; finita al miglior realizzatore, con 9 gol, Emanuel Boakye, attaccante ghanese del Collegio Urbano, autore del millesimo gol nella storia della Clericus Cup.

La sesta Clericus Cup organizzata dal Centro Sportivo Italiano patrocinata dal Pontificio Consiglio per la Cultura, e dall’Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza Episcopale Italiana ha visto disputare fino a oggi 32 gare, 103 gol realizzati, 26 gli arbitri impegnati, che hanno dovuto estrarre dal taschino 42 cartellini gialli, e 2 cartellini rossi. Sono scesi in campo 351 giocatori, rappresentativi di ben 71 paesi al mondo.