Norvegia: molestava atleta, licenziato ct pattinaggio

Pubblicato il 23 Novembre 2009 20:06 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2009 20:06

Licenziato per aver fatto in pubblico apprezzamenti di natura sessuale su un’atleta. Questa la decisione della Federazione norvegese di pattinaggio sul ghiaccio in seguito alle «molestie» verbali dell’allenatore della Nazionale norvegese Peter Mueller (55 anni) nei confronti dell’atleta Maren Haugli.

«La federazione ha deciso di rompere il contratto con effetto immediato», ha dichiarato il presidente Vibecke Soerensen il quale ha giudicato l’episodio come «un grave incidente» e come «un comportamento inconciliabile con i valori del pattinaggio».

L’apprezzamento di Mueller è stato letto dai media come una molestia sessuale vere e proprie nei confronti della Haugli. «Ma non è così», si è difeso l’allenatore. «Ho fatto un commento scherzoso, volutamente in pubblico, nel corso di una cena a Berlino il 31 ottobre». Le esatte parole pronunciate da Mueller, però, non sono state divulgate.