Nuova Zelanda/ Apre un bordello per guadagnare i soldi per partecipare alle Olimpiadi. Logan Campbell, campione di Taekwondo, rischia ora di essere squalificato

Pubblicato il 14 Luglio 2009 11:12 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2009 11:12

Un bordello per prendere una medaglia d’oro. Questa la decisione presa da Logan Campbell, 23enne campione neozelandese di Taekwondo, che ha avviato ad Auckland un locale per soli adulti con lo scopo di guadagnare 300mila dollari, somma necessaria per partecipare alle prossime Olimpiadi.

L’atleta si è classificato a Pechino tra i primi sedici ed è stato battuto da un taiwanese. Per partecipare alle gare di qualificazione internazionali Logan ha già speso 150mila dollari. Tutto di tasca sua, con un aiuto anche da parte dei genitori. L’atleta però si è stufato di pesare sulla famiglia e con l’aiuto dell’amico Hugo Phillips ha deciso di aprire un bordello nella principale città della Nuova Zelanda. Il padre del ragazzo non ha fatto problemi ma anzi lo appoggia completamente. La madre, invece, titubante all’inizio, dopo aver conosciuto le ragazze si è convinta ad aiutare il figlio nell’apertura del club.

La federazione di Taekwondo del suo paese non approva: «Uno sportivo deve essere anche un esempio per i giovani». Così il presidente John Schofield che sta valutando in questi giorni l’ipotesi di squalificare Campbell nonostante questo tipo di business sia totalmente legale in Nuova Zelanda.