Olimpiadi 2024, sfida Roma-Milano. Enrico Letta: “Possiamo candidarci”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 settembre 2013 18:27 | Ultimo aggiornamento: 8 settembre 2013 18:27
Olimpiadi 2024, sfida Roma-Milano. Enrico Letta: "Possiamo candidarci"

Nicola Zingaretti su Twitter: “Roma può ospitare le Olimpiadi 2024”

ROMA – L’Italia si candida a ospitare le Olimpiadi del 2024. Ed è subito sfida tra Roma e Milano. Il premier Enrico Letta è stato il primo ad aprire a una candidatura italiana. Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, non hanno perso tempo e hanno avanzato il nome di Roma. Dopo poche ore l’ex olimpionico di canoa, Antonio Rossi, ha invece lanciato l’idea di Milano.

Letta aveva detto: “Possiamo candidarci seriamente a ospitare le Olimpiadi del 2024. La considero una delle cose fattibili, che dobbiamo fare. Il nostro è un Paese straordinario, ci impegniamo tutti, ma se abbiamo delle scadenze ci impegniamo meglio”. La candidatura alle Olimpiadi, ha annunciato, “sarà uno dei temi su cui lavoreremo, su cui ho intenzione di lavorare”.

Roma

Il sindaco di Roma Ignazio Marino: ”Ci sono le condizioni per candidare Roma ad ospitare i Giochi – dice – poiché la città possiede i requisiti necessari. Chiederò presto un incontro al premier Letta e al Presidente del Coni Giovanni Malagò, che ho già chiamato al telefono a Buenos Aires”.

“Pronti con il sindaco Marino e al fianco di Roma per le Olimpiadi 2024, l’anno giusto per vincere”. Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti

Milano

”Anche Milano può avere le sue carte per candidarsi alle Olimpiadi del 2024”, ha detto invece Antonio Rossi, campione olimpico della canoa e ora assessore allo sport della Regione Lombardia. ”Da sportivo sono felice per le parole del premier Letta – dice all’Ansa Rossi – Non voglio accendere diatribe con Roma. Ma Milano ha le strutture dell’Expo: con la costruzione di uno stadio e una piscina nella zona, dopo il 2016, avrebbe ancora più chance. Ne parlavamo con il presidente Maroni”.