Federica Pellegrini, fine di un’era dopo cinque anni di successi: flop nei 200

Pubblicato il 31 luglio 2012 21:21 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2012 21:21
federica pellegrini

Federica Pellegrini al termine della gara dei 200 stile libero a Londra 2012 (Foto LaPresse)

LONDRA, INGHILTERRA –  Olimpiadi da incubo per Federica Pellegrini: due quinti posti, tante critiche e zero medaglie. Si chiude un’era nel mondo del nuoto dopo cinque anni di successi di Federica Pellegrini e ben cinque stagioni  d’imbattibilità nei 200 stile libero.
L’atleta italiana era considerata la grande speranza della comitiva azzurra per Londra 2012 ma la Pellegrini ha collezionato due flop pesantissimi.
Dopo il quinto posto nei 400 stile libero la Pellegrini era stata aspramente criticata dai media ma le attenuanti non mancavano perchè era la prima volta che “assaggiava” le piscine londinesi in gara e perchè i 400 non erano di certo la sua specialità.

Questa sera non ci sono giustificazioni. I 200 stile libero sono sempre stati il suo “cavallo di battaglia”. La Pellegrini aveva illuso gli italiani con due buone prove nelle batterie di qualificazione alla finale.
Nessuno discute il talento della Pellegrini ma inizia a destare serie preoccupazioni la sua tenuta psicologica.

La Pellegrini si sta dimostrando un’atleta fragile che nel momento di difficoltà invece di reagire si butta giù. La sua dichiarazione a caldo “Mi fermo per un anno e forse poi smetto”, smentita poche ore dopo,  ne è la palese dimostrazione. La campionessa azzurra ha chiuso con il tempo di 1’56″73.

Medaglia d’oro per l’americana Allison Schmitt con il tempo di 1’53″61, nuovo record olimpico. Medaglia d’argento per la francese Camille Muffat in 1’55″58, bronzo all’australiana Bronte Barratt in 1’55″81.

   “Bisogna sempre crederci, ma come ho detto non siamo brillanti, non c’è proprio la forma. Pensavo di nuotare meno, ma non ne avevo proprio. Ci sta”.

Così Federica Pellegrini ai microfoni di Sky Sport dopo il quinto posto nei 200 stile libero alle Olimpiadi di Londra.

“Io ho dato tutto quel che posso ma è così. Non potevo andare a medaglia, altrimenti l’avrei fatto”, ha aggiunto la campionessa azzurra.

Ancora la Pellegrini:

“Non rimpiango niente, rifarei tutto quanto. Ora riparto da zero e pensiamo alla staffetta”. Parlando ancora del suo futuro, la Pellegrini non ha escluso niente: “Un altra Olimpiade? Spero di si, per fortuna non è il prossimo anno”.