Londra 2012: Campriani argento nella Carabina. Pellegrini in finale nei 200 sl

Pubblicato il 30 luglio 2012 11:42 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2012 21:25
federica pellegrini

Federica Pellegrini (LaPresse)

LONDRA, INGHILTERRA – Gioie e dolori per l’Italia nella terza giornata delle Olimpiadi di Londra 2012.

Niccolò Campriani ha conquistato la medaglia d’argento nel Tiro a Segno specialità Carabina 10/m.

L’atleta azzurro, grande favorito alla vigilia della gara, ha ceduto di misura al rumeno Moldoveanu.  Sale a otto il numero di medaglie della Nazionale Azzurra.

Sfuma, invece, nel judo la speranza di medaglia di bronzo per Giulia Quintavalle. La campionessa di Pechino ottiene un’amarissima medaglia di legno dopo la sconfitta nella finale per il terzo posto con la statunitense Malloy.

Federica Pellegrini si è riscattata  nei 200 metri stile libero dopo il flop di ieri sera nei 400.

La Pellegrini ha vinto la sua batteria di qualificazione, si è ripetuta nelle semifinali, e ha ottenuto il pass per la finalissima  di domani  sera alle ore 20.30.

La Pellegrini ha cambiato idea dopo le dichiarazioni shock di ieri sera: “Ho deciso di non fermarmi più per un anno ma la prossima stagione dovrà essere soft”.

Nella spada femminile si ferma ai quarti Rossella Fiamingo, che dopo aver sconfitto 15-10 l’americana Lawrence ha ceduto all’extra time alla cinese Sun. Fuori subito, invece, le altre due azzurre: Bianca Del Carretto e Mara Navarria.

La diretta.

Ore 21.20 – Federica Pellegrini ha conquistato l’accesso alla finale dei 200 stile libera. L’atleta azzurra ha vinto la sua batteria di semifinali. Domani sera ci sarà la finalissima.

Ore 19:29 – Il judoka brasiliano Felipe Kitadai, bronzo nella categoria dei leggeri (fino a 60kg.), riceverà una medaglia nuova. Quella che ha vinto due giorni fa a Londra infatti gli si è rotta cadendo a terra. Kitadai si trovava in bagno e voleva farsi una doccia, ma è scivolato. La medaglia, che teneva in mano, è caduta ed è andata in frantumi. L’atleta si era disperato, ed il comitato olimpico brasiliano (Cob) aveva chiesto al Locog, il comitato organizzatore dei Giochi, di fargliene avere un’altra. Oggi il Locog ha fatto sapere che la richiesta è stata accolta.

Ore 19:11 – Se alla figlia non sarà permesso gareggiare con il velo la farà ritirare dalle Olimpiadi. La minaccia è del papà della saudita Wodjan Ali Seraj Abdulrahim Shahrkhani che in un’intervista telefonica da Londra a un quotidiano del suo paese, Al-Watan, ha dichiarato che non autorizzerà la figlia a prendere parte alla gara se “la Federazione internazionale le imporrà di togliersi il velo”. La gara della saudita nella categoria +78 kg è in programma venerdì. Il Comitato olimpico è a conoscenza del caso ma si dice fiducioso che alla fine di poter convincere i sauditi a schierare senza hijab la 18enne judoka, una delle due uniche atlete donne presenti per la prima volta ai Giochi, l’altra è nell’atletica. L’Arabia Saudita ha accettato di portare anche le due atlete a condizione che portino il velo. Nell’atletica si può gareggiare con il velo, ma nel judo è vietato.

Ore 19:10 – La Svizzera ha cacciato il calciatore Michel Morganella dalla delegazione elvetica alle Olimpiadi per un insulto razzista su twitter. Lo rivela il sito 20min.ch che per primo ha scoperto il tweet dell’atleta. Il calciatore del Palermo (nella scorsa stagione al Novara) con la cresta da mohicano dopo il ko per 2-1 con la Corea del Sud si è sfogato malamente su twitter, definendo “mentalmente ritardati” i sudcoreani. Inutili le scuse (“Mi spiace per quello che ho appena scritto, ero preso dalle emozioni. E mi scuso per il mio comportamento”), dopo che è scoppiato il caso. Morganella è il secondo atleta escluso dalle Olimpiadi per commenti inappropriati, se non razzisti, su Twitter. La prima era stata la triplista greca Voula Papachristou.

Ore 19:02 – La cinese Li Xueying ha vinto la medaglia d’oro a Londra 2012 nel sollevamento pesi, categoria 58 kg, con un totale di 246 kg. La vicecampionessa del mondo ha preceduto la thailandese Pimsiri Sirikaew, argento con 236 kg, e l’ucraina Yuliya Kalina, che ha conquistato il bronzo con 235 kg.

Ore 18:30 – L’azzurro Andreas Seppi è uscito al secondo turno del torneo olimpico di tennis in corso sui campi di Wimbledon. L’altoatesino è stato battuto dall’argentino Martin Del Potro in due set col punteggio di 6-3; 7-6

Ore 18:29 – La giapponese Kaori Matsumoto ha vinto la medaglia d’oro nello judo, categoria 57 kg, battendo in finale la romena Corina Caprioriu. La Matsumoto, campionessa del mondo nel 2010, aveva battuto nei quarti l’azzurra Quintavalle, campionessa olimpica uscente, e ha conquistato il primo oro per il suo paese in questa edizione dei Giochi. La medaglia di bronzo è stata conquistata dalla statunitense Marti Malloy e alla francese Automne Pavia. 

Ore 18:27 – Nel giorno nero dello sport britannico, del fallimento della ‘speranza’ Tom Daley nella gara dei tuffi sincronizzati, la premiata ditta Windsor salva la giornata per la squadra del Regno Unito. Zara Phillips, la nipote della Regina Elisabetta, ha concluso nei tempi e senza penalità la prova di cross country dopo aver conquistato un punteggio soddisfacente ieri nel dressage. Sugli spalti del concorso ippico, in un percorso evocativo della campagna inglese a Greenwich Park, un parterre eccellente e iperblasonato ha fatto il tifo per la figlia della principessa Anna, lei stessa cavallerizza alle Olimpiadi di Montreal 1976: nell’ordine la Duchessa di Cornovaglia Camilla Parker Bowles (la moglie del principe Carlo), I Duchi di Cambridge (alias William e Kate), il principe Harry, le cugine Eugenie e Beatrice, figlie di Andrea, celebri soprattutto per i cappellini e le gesta della mamma Sarah Ferguson. Prima di Zara molti cavalieri erano caduti e alcuni cavalli erano scivolati lungo il difficile percorso ma la nipote della Regina è rimasta impeccabilmente in sella a High Kingdom e ha completato la prova in 9 minuti e 55 secondi, sotto i 10 minuti e tre secondi prescritti dalla gara. Il cross country d’altronde è la sua specialità. Domani Zara se la dovrà vedere con il salto a ostacoli.

Ore 18:21 – Il presidente francese, Francois Hollande, è a Londra per assistere a qualche prova dei Giochi Olimpici e incoraggiare gli atleti francesi, all’indomani di una giornata particolarmente fortunata per il nuoto francese, che ha incassato due medaglie d’oro. Della delegazione che affianca il presidente fa parte, tra gli altri, la ministra dello Sport, Valerie Fourneyron. Assente invece, anche questa volta, la compagna di Hollande, la giornalista Valerie Trierweiler. Lo scorso 10 luglio, la ‘premiere dame’ non aveva accompagnato il capo di Stato francese nemmeno in occasione della sua visita a Londra, dove è stato ricevuto dalla regina Elisabetta II d’Inghilterra e dal premier britannico David Cameron.

Ore 17:57 – Il russo Mansur Isaev ha vinto l’oro nello judo, categoria 73 kg, battendo in finale il giapponese Riki Nakaya, campione del mondo in carica. La medaglia di bronzo è andata al francese Ugo Legrand e al mongolo Nyam-Ochir Sainjargal.