Olimpiadi, lotta esclusa dal 2020. Decisione sarà ratificata a settembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Febbraio 2013 13:16 | Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio 2013 13:16
Andrea Mingozzi a Pechino 2008

Andrea Mingozzi a Pechino 2008 (LaPresse)

ROMA – Dal 2020 la lotta non farà più parte del programma olimpico. Lo ha deciso la commissione esecutiva del Cio, escludendo la disciplina dalla lista dei 25 sport previsti per le Olimpiadi del 2020. La sessione del comitato olimpico in programma a settembre a Buenos Aires ratificherà la decisione.

Il comitato esecutivo ha approvato la lista dei 25 sport che verrà proposta alla sessione del Cio di settembre per il via libera definitivo: dell’elenco fanno parte l’atletica leggera, canottaggio, badminton, basket, pugilato, canoa, ciclismo, equitazione, scherma, calcio, ginnastica, sollevamento pesi, pallamano, hockey, judo, nuoto, pentathlon moderno, taekwondo, tennis, tennistavolo, tiro, tiro con l’arco, triathlon, vela e pallavolo.

La lotta, che non fa parte della rosa, si unirà alla lista delle sette discipline (tra cui baseball/softball, karate, arrampicata e squash) in corsa per rientrare nel programma dei Giochi del 2020 come sport complementare. Le otto discipline al momento fuori faranno la loro presentazione il prossimo maggio nel corso di una riunione a san Pietroburgo. La commissione esecutiva del Cio sceglierà poi quale di queste otto discipline potrà rientrare come sport aggiuntivo nel programma olimpico dei Giochi 2020.