Olimpiadi, Orsi: “Magnini si fa solo i c…suoi. Fanno audience con delle cavolate”

Pubblicato il 2 agosto 2012 12:10 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2012 13:08
Magnini_Olimpiadi

Magnini (LaPresse)

LONDRA (REGNO UNITO) – Si è aperta una guerra intestina nel team azzurro del nuoto dopo le parole critiche di Filippo Magnini (”La velocità ha ‘cannato’ completamente la preparazione olimpica. Da gennaio tutti male, serve una resa dei conti”). “Filippo ha sbagliato, non doveva fare cosi: è un campione e il capitano, serviva tranquillità. La verità è che c’è chi pensa solo ai cavoli propri. Il clima è irrespirabile”. Marco Orsi, una delle punte della velocità azzurra in piscina, si sfoga così dopo l’eliminazione nelle batterie dei 50 sl.

E attacca Magnini, che dopo il flop nei 100 stile libero, aveva sparato a zero su tutti. “Non si fa così – aggiunge Orsi – sono furioso, non possono fare audience con queste cavolate e poi ci rimettiamo tutti”.

“Sono state fatte polemiche campate in aria, non mi piace questo comportamento di chi ha lanciato allarmi e ha puntato il dito contro qualcuno. Non servono cambiamenti radicali, bisogna solo abbassare la testa, lavorare e pensare di più al nuoto”. Luca Dotto si dice d’accordo con il compagno di squadra Marco Orsi, che ha aspramente criticato Filippo Magnini creato nella squadra azzurra del nuoto durante le Olimpiadi di Londra.

“Non nego che c’è stata un bel pò di tensione”, conferma Dotto (qualificato per le semifinali dei 50 stile libero), “d’altronde basta guardare gli sguardi degli atleti”. E difende il tecnico Claudio Rossetto: “È un allenatore di caratura internazionale e a Filippo ha fatto vincere un Mondiale”.