Londra 2012, Cammarelle in finale per l’oro nel pugilato. Ma gli azeri ricorrono

Pubblicato il 11 agosto 2012 0:17 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2012 0:52

Roberto Cammarelle (Foto Lapresse)

LONDRA –  Roberto Cammarelle è in finale per la medaglia d’oro nel pugilato, categoria +91 kg, a Londra 2012. L’azzurro ha battuto in semifinale l’azero Magomedrasul Medzhidov.

”L’importante era fare risultato. Spero e sono convinto di fare una miglior prestazione nella finale”: sono state queste le prime parole di Cammarelle, in un’intervista a Sky Sport, dopo la vittoriosa semifinale contro l’azero Medzhidov.

”Nella prima ripresa ho controllato, ero un poco sotto ma ero anche tranquillo – ha spiegato il campione olimpico -, nella seconda mi sono rifatto sotto e sono riuscito a recuperare mentre nell’ultimo non ho corso rischi”.

”Il 13-12 finale mi va bene – ha concluso il pugile azzurro, che non ha voluto commentare le decisioni dei giudici – perché l’importante era arrivare alla finale e questo è successo”.

Poco dopo la vittoria un annuncio non proprio piacevole: l’Azerbaigian ha fatto ricorso contro la vittoria di Cammarelle contro il suo pugile, Magomedrasul Medzhidov. Alcuni dirigenti della federazione azera hanno circondato e quasi aggredito il presidente dell’Aiba, Ching-kuo Wu, contestando vivacemente il risultato di 13-12 in favore dell’italiano e presentando un appello ufficiale. Questo atto per ora mette in ‘stand by’ il passaggio alla finale del campione olimpico.