Olimpiadi Tokyo2020, si va verso il rinvio. Tra un mese la nuova data?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Marzo 2020 19:57 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2020 19:57
Olimpiadi Tokyo2020, si va verso il rinvio. Tra un mese la nuova data?

Olimpiadi Tokyo2020, si va verso il rinvio. Tra un mese la nuova data?

TOKYO (GIAPPONE) – Alla fine anche il CIO avrebbe sventolato bandiera bianca.

Stando a quanto scritto dal quotidiano spagnolo Marca, le Olimpiadi di Tokyo 2020 dovrebbero essere rinviate ma comunque disputate prima dell’arrivo del 2021 (sviluppi del coronavirus permettendo…).

La nuova data di inizio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 dovrebbe essere comunicata tra un mese. 

Riportiamo di seguito, l’indiscrezione di Marca sul rinvio delle Olimpiadi. 

“Nonostante tutti gli sforzi compiuti dal Comitato Olimpico Internazionale per rispettare le date dei Giochi (24 luglio-9 agosto), l’emergenza Coronavirus, che ha raggiunto anche Africa ed Australia, ha costretto il presidente Thomas Bach ad attivare il piano d’emergenza, soprattutto per via delle pressioni delle federazioni britanniche e statunitensi di nuoto ed atletica leggera”.

Stando sempre a quanto scritto da Marca, le Olimpiadi non dovrebbero essere annullate ma semplicemente rinviate ad un momento più opportuno. 

Il progetto sarebbe quello di farle disputare a novembre, prima dell’arrivo del 2021. Questo permetterebbe agli atleti, che per raggiunti limiti d’età non potrebbero esserci tra quattro anni, di non saltare l’appuntamento olimpico. 

Disputare le Olimpiadi in estate è quantomeno fuori luogo. Tutte le Nazioni stanno combattendo il coronavirus con la tattica dell’isolamento, non avrebbe senso durante, o anche post, l’epidemia raggruppare persone da ogni parte del mondo in un unico posto. 

Potrebbe essere sensato disputarle a novembre nel caso in cui l’emergenza coronavirus fosse rientrata del tutto. 

Olimpiadi Tokyo 2020, il comunicato del CIO: “Si valuta il rinvio, non la cancellazione”. 

il Comitato olimpico internazionale fa sapere che “in pieno coordinamento e partenariato con il Comitato organizzatore di Tokyo 2020, le autorità giapponesi e il governo metropolitano di Tokyo, avvierà discussioni dettagliate per completare la valutazione del rapido sviluppo della situazione sanitaria mondiale e il suo impatto sui Giochi olimpici, compreso un eventuale rinvio.

Il Cio è fiducioso di aver portato a termine queste discussioni entro le prossime quattro settimane e apprezza molto la solidarietà e la collaborazione di comitati olimpici e federazioni nel supportare gli atleti e adattare la pianificazione dei Giochi. Tuttavia, la cancellazione non è in agenda“.