Oriana Sabatini, fidanzata Dybala: “Coronavirus? Tampone negativo. Volevamo fuggire a Dubai ma poi ci abbiamo ripensato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Aprile 2020 14:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2020 14:00
Oriana Sabatini, fidanzata Dybala: "Coronavirus? Tampone negativo. Volevamo fuggire a Dubai ma poi ci abbiamo ripensato"

Oriana Sabatini, fidanzata Dybala: “Coronavirus? Tampone negativo. Volevamo fuggire a Dubai ma poi ci abbiamo ripensato” (foto dai social)

TORINO – Paulo Dybala e la fidanzata Oriana Sabatini sono in ripresa dopo essere stati decisamente male a causa del coronavirus. 

La Sabatini ha parlato di questa brutta esperienza nel corso di una intervista rilasciata Revista Caras. 

“Nove giorni fa il test ci ha dato un risultato positivo. Non si sa molto del virus. I nostri medici ci hanno raccomandato di non fare esercizi, di non prendere farmaci, ma ci hanno prescritto vitamine effervescenti.

Ho già fatto un tampone negativo, ma devo farne un secondo. Con la pulizia ci siamo molto fissati, non sapevamo se potevamo toccare le cose”.

La coppia aveva pensato anche ad una fuga a Dubai ma poi sono rimasti a Torino. Il perché lo spiega la Sabatini: 

“Non mi sono mai fatta prendere dal panico perché quando sono risultata positiva ho pensato che i giovani non fossero molto colpiti. Diventi consapevole delle cose quando il tuo corpo le sta provando. Mi manca ancora il respiro.

Avevo pensato di tornare a casa perché qui le cose peggioreranno. È un rischio prendere un aereo, prima che i confini siano chiusi.

Pensavamo di andare a Dubai, dove non c’è pericolo. Ma l’abbiamo escluso. La cosa più saggia da fare è stare a casa e aspettare che tutto finisca”.

A proposito del fratello e i parenti di Dybala fermati per aver violato la quarantena, la Sabatini ha spiegato che:

“Erano in un’altra zona. Se ne sono andati prima che le cose peggiorassero in Italia. Ci sono molte cose che la gente non sa. Mio cognato è andato al supermercato, non sapeva di non poter ancora uscire”.

(fonti golssip.it e Revista Caras).