Osvaldo: “In un bar di Roma mi stavano per uccidere. Totti è ben dotato…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Aprile 2020 13:35 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2020 13:35
Osvaldo: "In un bar di Roma mi stavano per uccidere. Totti è ben dotato..."

Osvaldo: “In un bar di Roma mi stavano per uccidere. Totti è ben dotato…” (foto Ansa)

BUENOS AIRES (ARGENTINA) – Daniel Pablo Osvaldo non è mai banale.

L’ex calciatore di Roma, Juventus e Inter è tornato a giocare a pallone dopo una interruzione di oltre un anno dove si era dedicato alla carriera di cantante e ballerino.

Nelle ultime ore, l’ex calciatore della Roma ha rilasciato una intervista a Tnt Sports che sta facendo discutere…

L’ex giocatore della Nazionale Italiana di Calcio ha elogiato Francesco Totti per numeri che non hanno nulla a che vedere con il calcio giocato…

Le dichiarazioni di Daniel Pablo Osvaldo sono riportate da corrieredellosport.it.

“Gli dicevo che secondo me era cornuto, perché non poteva essere così perfetto.

Aveva una bella faccia, non voglio dare dettagli, ma era anche ben dotato nelle parti intime.

Ed era il miglior calciatore con cui abbia mai a giocato. Aveva solo pregi, non aveva nemmeno l’alito cattivo per dire.

E sua moglie…Qualcosa di brutto doveva pur averlo, no? Ma in realtà no, non aveva neanche le corna”.

L’ex calciatore di Roma, Juventus e Inter non si è soffermato solamente su Francesco Totti…

Osvaldo ha parlato anche dei lati più traumatici della sua esperienza con la maglia della Roma. 

“A Roma una volta stavano per uccidermi. Una volta ero in un bar di Roma e mi stavano quasi uccidendo. Poi chiesi a Totti e De Rossi di accompagnarmi a sistemare le cose, non sono uno stupido“.