Pablo Alvarez e la maglia ricevuta in dono da Ronaldinho: “Mi pregò di non picchiarlo più”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2020 20:05 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2020 18:18
Pablo Alvarez e la maglia ricevuta in dono da Ronaldinho: "Mi pregò di non picchiarlo più"

Pablo Alvarez e la maglia ricevuta in dono da Ronaldinho: “Mi pregò di non picchiarlo più” (foto Ansa)

CATANIA – L’ex calciatore del Catania Pablo Alvarez ha raccontato un aneddoto divertente su Ronaldinho.

Alvarez ha parlato di una vecchia sfida tra il suo Catania ed il Milan di Ronaldinho disputata a San Siro.

L’argentino aveva la durissima missione di limitare il fenomeno brasiliano del Milan.

Alvarez, che oggi gioca in Argentina nell’Arsenal di Sarandi, non ha potuto fare altro che usare le maniere forti.

Nel primo tempo il difensore del Catania riuscì a controllare molto bene Ronaldinho.

Diciamo anche che Alvarez venne agevolato da un arbitraggio che possiamo definire “all’inglese“.

L‘attaccante del Milan aveva preso talmente tanti calci che decise di fare una proposta al calciatore del Catania.

Ronaldinho offrì ad Alvarez la sua maglia in cambio di un trattamento di favore. 

“Ti do la mia maglia se smetti di picchiarmi perché non ce la faccio più”.

Le dichiarazioni di Pablo Alvarez a Crack Deportivo sono riportate da tuttomercatoweb.com.

 “Eravamo a San Siro, negli spogliatoi durante l’intervallo.

Mi si avvicinò, si tolse la maglietta e me la diede, pregandomi di non picchiarlo più.

Era impossibile da fermare, sembrava volare sul campo.

Uno dei migliori giocatori della storia del calcio”.

Alvarez ha giocato in Italia, con il Catania, dal 2008 al 2014 per un totale di 124 partite senza gol.