Juventus prima in classifica: 2-0 al Palermo, Bonucci e Quagliarella gol

Pubblicato il 7 Aprile 2012 20:38 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2012 21:04

PALERMO – Palermo-Juventus 0-2, gol: Leonardo Bonucci 56′ (J), Fabio Quagliarella 75′ (J).

La Juventus ha battuto in trasferta il Palermo 2-0 nella sfida valida per la 31esima giornata di Serie A. Successo bianconero deciso dalle reti nella ripresa di Leonardo Bonucci (11′) e Fabio Quagliarella (22′). Grazie a questa vittoria, la squadra di Conte scavalca il Milan e si porta in testa alla classifica con 65 punti, a +1 dai rossoneri sconfitti oggi in casa dalla Fiorentina. I rosanero restano fermi a quota 39.

Harakiri rossonero a San Siro e la Juventus ne approfitta subito vincendo a Palermo 2-0 e portandosi in testa alla serie A. E’ proprio Amauri che fa un piacere ai suoi vecchi compagni juventini e nei minuti finale della sfida di San Siro stende il Milan regalando tre punti fondamentali alla Fiorentina nella corsa salvezza.

Per il Milan e’ un passo falso molto grave perche’ viene dopo l’eliminazione in Champions e chiude una settimana che ridimensiona le ambizioni rossonere. Ora la corsa scudetto ricomincia da capo. Ibra illude San Siro con un rigore che irrita i viola, poi Jovetic e Amauri confezionano la sorpresa.

La Juve a Palermo non si fa sfuggire l’occasione: contiene il Palermo, prende il comando delle operazioni e vince alla distanza con Bonucci e Quagliarella. E il campionato cambia fisionomia.    L’Udinese riprende la sua corsa battendo 3-1 il Parma con doppietta di Asamoah: Guidolin puo’ rifiatare e ora il terzo posto Champions e’ una corsa molto interessante e molto dipendera’ dallo scontro diretto in posticipo tra Lazio e Napoli.

Esca malinconicamente dalla corsa la Roma che subisce una pesante lezione a Lecce, l’ennesima di una stagione altalenante. I giallorossi pugliesi si portano addirittura 4-0 con doppiette di Muriel (per il quale vengono scomodati impegnativi paragoni con Ronaldo) e Di Michele, poi a risultato compromesso i romanisti chiudono 4-2. Per il Lecce tre punti fondamentali per continuare a sperare nella salvezza, per la Roma un grave stop, uno dei peggiori della stagione di Luis Enrique.

Il tecnico smentisce la possibilita’ di dimissioni nel dopopartita. Per Stramaccioni buona anche la seconda: l’Inter a Trieste rimonta due volte il Cagliari e conquista con il carattere un punto. La squadra deve ancora migliorare molto ma risponde alle sollecitazioni del giovane tecnico.   Si ravviva la corsa salvezza: oltre alla Fiorentina e al Lecce vola anche il Siena che vincendo a Bergamo si porta praticamente fuori pericolo riportando in ansia gli atalantini. Pari inutili per Novara e Cesena, ormai sempre piu’ con un piede in serie B.

Il Chievo ferma la lunga serie positiva del Catania e si porta in salvo, ma gli etnei in inferiorita’ numerica hanno comunque tenuto testa agli avversari fino alla fine. Gli altri risultati rendono negativo il pari conquistato dal Genoa a Novara e la sconfitta del Parma a Udinese. Ma per la salvezza la volata e’ solo cominciata e mercoledi’ c’e’ di nuovo campionato.

Le formazioni di Palermo-Juventus.

Palermo (3-5-2): 1 Viviano, 6 Munoz, 15 Milanovic, 18 Labrin, 31 E. Pisano, 8 Migliaccio, 5 E. Barreto, 7 Della Rocca, 20 Acquah, 10 Miccoli, 19 Budan (33 Tzorvas, 21 Bacinovic, 16 Zahavi, 17 Vasquez, 27 Ilicic, 90 E. Alvarez, 24 Mehmeti). All.: Mutti.    Squalificati: Bertolo, Donati, Hernandez, Mantovani.    Diffidati: Bertolo, Ilicic, Silvestre.    Indisponibili: Aguirregaray, Balzaretti, Silvestre.

Juventus (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 4 Caceres, 22 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 11 De Ceglie, 18 Quagliarella, 14 Vucinic. (30 Storari, 26 Lichtsteiner, 24 Giaccherini, 7 Pepe, 10 Del Piero, 32 Matri, 23 Borriello). All.: Conte.
 Squalificati: nessuno.
Diffidati: Barzagli, De Ceglie, Giaccherini, Matri.
 Indisponibili: nessuno.
Arbitro: Brighi di Cesena.

Il servizio fotografico di LaPresse.