Palermo, Serie B o no? La società: “Abbiamo pagato tutte le pendenze”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2019 8:42 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2019 12:06
Palermo, Serie B o no? Tuttolomondo: "Abbiamo pagato tutte le pendenze" (foto Ansa)

Palermo, Serie B o no? Tuttolomondo: “Abbiamo pagato tutte le pendenze” (foto Ansa)

ROMA – Il Palermo rischia di non potersi iscrivere al campionato di Serie B? La situazione resta… non chiara. Cos’è successo? E’ successo che sembra che ci sia un problema per la fideiussione (da 800mila euro) che il Palermo avrebbe dovuto presentare entro la mezzanotte tra il 24 e il 25 giugno. Fideiussione per la quale, dice il Palermo, ci sono stati soltanto dei problemi tecnici. Fideiussione che, dice invece la Lega di Serie B, si sarebbe dovuta depositare in sede della Lega. Per il Palermo invece la fideiussione si può depositare anche per via telematica. 

“Non considero neppure l’ipotesi che il Palermo non possa disputare il campionato di serie B – ha spiegato il patron del Palermo, Salvatore Tuttolomondo – Abbiamo presentato due Pec, alle 21.10 e poi quella delle 23.59 con dentro anche il testo della fideiussione: tuttora da parte degli organi federali non ci è pervenuta alcuna comunicazione di senso opposto”. Il problema nasce, “come comunicato del broker assicurativo, da un asserito problema tecnologico della piattaforma della compagnia”, che è bulgara. Un problema di “crash sul sistema che è stato riparato stamane. Ritengo che un impedimento derivante da una causa di forza maggiore, non riconducibile alla Unione sportiva Palermo, non possa essere addebitato come inadempimento”.Ma queste, “sono questioni tecnico-giuridiche che affronteremo, se dovremo farli. Io devo confermare che che abbiamo perfettamente adempiuto a quant’altro richiesto per l’iscrizione al campionato di calcio: con Pec alla Lega B di ieri alle 17.05 è stata inviata domanda di iscrizione corredata da una montagna di documenti. Da un punto di vista tecnico e sostanziale abbiamo adempiuto a quanto richiesto secondo la normativa prevista”.

Fonte: Agi.

5 x 1000