Pallavolo: domenica Trento-Cuneo per lo scudetto

Pubblicato il 8 Maggio 2010 14:43 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2010 14:44

Si assegna domani sera alla Futurshow Station di Bologna lo scudetto 2010 della pallavolo maschile e per l’Itas Diatec Trentino la sfida con la Bre Banca Lannutti Cuneo rappresenta la 56/a partita della stagione, con la possibilità di centrare il quarto trofeo 2009/10.

La terza sfida scudetto consecutiva vale per Trentino volley il secondo titolo, cancellando la sconfitta dello scorso anno con Piacenza; ed anche il Grande Slam, impresa riuscita a Modena nel 1996/97 quando ancora non si giocava il Mondiale per Club.

Appuntamento con la storia anche per la Bre Banca Lannutti Cuneo, nuovamente in lizza per l’unico trofeo che manca nella bacheca dopo averne fallito la conquista, sempre contro Treviso, nel 1996 (in quattro gare) e nel 1998 (in tre).

Stavolta i piemontesi puntano all’obiettivo forti di giocatori del calibro di Grbic, Nikolov, Mastrangelo, Wijsmans e Henno. «Ci attende una Cuneo ancora più forte di quella che abbiamo incontrato in finale di Coppa Italia – spiega il tecnico trentino Stoycev – e anche per questo motivo mi aspetto una partita molto diversa da quella di allora. Ancora più difficile perchè ora i piemontesi potranno contare pure sull’apporto di Wijsmans. La Bre Banca può contare sull’esperienza di una serie di giocatori abituati a disputare partite così importanti ma noi siamo una squadra giovane, con addosso tantissima voglia di vincere e crescere ancora. Noi abbiamo creato davvero un bel gruppo di uomini ancora prima che di giocatori, che stanno bene assieme; le tante vittorie della stagione hanno ulteriormente migliorato il clima e la voglia di lavorare».

Domani sera Stoytchev potrà contare su tutta la rosa a disposizione. Trento è da ieri a Bologna e nell’allenamento serale ha lavorato anche Raphael.

L’alzatore brasiliano partirà dalla panchina lasciando la regia a Zygadlo, miglior palleggiatore dell’ultima Champions. Una nuova seduta tecnica è prevista nel pomeriggio e poi domattina la rifinitura prepartita.

Quella di domani sarà la terza finale scudetto per Kaziyski, Birarelli Bari, la seconda per Herpe, Vissotto, Riad, Zygadlo. Per tutti gli altri è la prima sfida tricolore.