Pallavolo: Italia brutto ko con Cuba, ora c'è la Serbia

Pubblicato il 27 Novembre 2011 14:34 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2011 14:44

HAMAMATSU (GIAPPONE), 27 NOV – Secondo stop in Coppa
del Mondo per gli azzurri della pallavolo, superati in quattro
set da Cuba. Prestazione non eccezionale dei ragazzi di Berruto
molto fallosi in attacco, poco incisivi a muro e in attacco.
Ne e' uscito fuori un match in cui i vicecampioni del mondo
hanno potuto imporre il loro gioco e il loro ritmo ed hanno
vinto meritatamente. Nella giornata in cui hanno vinto tutte e
tre le prime della classifica (Polonia, Russia e Brasile) questo
stop per l'Italia non ci voleva.

Berruto ha lasciato in tribuna Sabbi ed ha optato per Fei
vice di Lasko, schierando Mastrangelo e Birarelli al centro. Si
e' capito subito che non sarebbe stato un match facile, se
Savani e Lasko riuscivano a passare a fatica, gli altri
attaccanti italiani trovavano ancora piu' difficolta'. Cuba ha
vinto il primo set, l'Italia si e' riscattata nel secondo,
l'unico in cui il muro ha permesso alla difesa di servire i
palloni necessari a Travica per le rigiocate.

Nel terzo, ben guidata da Diaz, Cuba si e' subito portata
avanti di cinque lunghezze (3-8). L'Italia ha lottato, ha
rimontato e pareggiato (14-14) poi ha nuovamente ceduto. In
svantaggio 2-1 gli azzurri nemmeno nel quarto hanno ritrovato il
loro ritmo, e i cubani sulle ali dell'entusiasmo hanno vinto la
gara.
Il bilancio della giornata e' decisamente negativo: con la
seconda sconfitta, l'Italia vede allontanarsi a quattro punti
l'ultimo posto disponibile per la qualificazione olimpica.
Battuta da Cuba la formazione azzurra e' ora quinta in
classifica, scavalcata proprio da Leon e compagni. E domani i
ragazzi di Berruto sono attesi dalla sfida con la Serbia, nel
match che sara' la rivincita della finale europea.

Fin qui Miljkovic e compagni sono stati decisamente
deludenti, ed oggi hanno perduto nettamente con la Russia,
schierando pero' una formazione prova di tutti i migliori, come
ha fatto l'Argentina contro il Brasile: probabilmente chi non ha
piu' chance di arrivare direttamente a Londra comincia a pensare
al suo futuro e alle qualificazioni continentali.

Secondo Savani, l'Italia che ha perso con Cuba ha ''fatto
vedere la peggior pallavolo di quest'anno. E' una brutta
giornata da dimenticare in fretta. Con la Serbia abbiamo
un'altra gara importante, ed una pronta occasione per
riscattarci''.