Palmeiras, aereo rischia cadere: momenti di terrore per i campioni del Brasile

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Luglio 2019 14:47 | Ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2019 10:12

MENDOZA – Momenti di terrore per i calciatori del Palmeiras, e lo staff medico, societario e dirigenziale del club, dopo che l’aereo a bordo del quale si trovava la squadra campione del Brasile ha rischiato di precipitare mentre tentava di atterrare a Mendoza, in Argentina.

    Il velivolo ha avuto per due volte problemi in fase di atterraggio, al punto che il pilota ha dovuto interrompere la manovra e risalire, bruscamente, in alta quota.

Più di un componente della comitiva del ‘Verdao’, che proveniva da Fortaleza, dove aveva perso in campionato 2-0 col Cearà, ed era diretta a Mendoza per il match di Libertadores contro il Godoy Cruz, si è sentito male e ha vomitato, secondo quanto hanno riferito fonti del club.

Alla fine l’aereo del Palmeiras è atterrato sulla pista dello scalo di Rosario, e non si sa quando la partita con il Godoy potrà essere giocata, e si parla anche di un possibile rinvio.

Calciatori brasiliani in aereo, il tragico precedente della Chape. 

Il 28 novembre 2016 la squadra della Chapecoense, che si apprestava a giocare la finale della Copa Sudamericana contro i colombiani dell’Atlético Nacional, è stata coinvolta in un disastro aereo nei pressi della città colombiana di Medellín. Il quadrimotore su cui viaggiava la squadra, il Volo LaMia Airlines 2933, è precipitato mentre si avvicinava all’aeroporto José Maria Córdova, a 50 km da Medellín.

L’aereo caduto in Colombia aveva a bordo 77 persone, di cui 6 sopravvissute; tra queste, i calciatori della Chapecoense Hélio Hermito Zampier Neto (noto semplicemente come Neto), Jakson Ragnar Follman e Alan Luciano Ruschel.

In seguito alla tragedia aerea la CONMEBOL, su proposta dell’Atlético Nacional, ha assegnato ad honorem la Copa Sudamericana alla Chapecoense.

A prendere le redini della squadra come nuovo allenatore è stato Vágner Mancini, subentrato a Luis Carlos Saroli, morto nel disastro aereo. A quasi 2 mesi dall’incidente, i superstiti della squadra con i sostituti tornano in campo per un’amichevole contro il Palmeiras, partita finita 2-2.

Al 71′ la partita viene fermata per commemorare le 71 vittime della tragedia, mentre prima del fischio d’inizio, la squadra riceve la Coppa Sudamericana  (fonti Ansa e Wikipedia).