Tragedia in Africa, Papy Faty muore in campo: giocava contro il parere dei medici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Aprile 2019 23:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2019 9:34

Tragedia in Africa, Papy Faty muore in campo: giocava contro il parere dei medici (immagine da YouTube)

ESWATINI – Il calcio africano è in lutto per la prematura scomparsa di Papy Faty. Il calciatore africano, che avrebbe potuto partecipare alla prima storica Coppa d’Africa del Burundi, è morto a 28 anni mentre stava disputando una partita. Papy Faty sarebbe morto in seguito ad un infarto durante una partita in Sudafrica tra i padroni di casa del Bidvest Wits e i Malanti Chiefs, club del piccolo stato dello Swaziland in cui militava da poco.

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, citando le fonti locali, i medici avrebbero in passato avvisato il centrocampista burundese della possibilità di avere un attacco cardiaco se non avesse appeso le scarpette al chiodo. Ma Faty ha continuato a giocare ugualmente, rifiutando la diagnosi, nonostante gli fosse già capitato di perdere i sensi durante un incontro.

Papy Faty, la sua carriera da calciatore riassunta in poche righe. 

Dopo aver giocato nelle giovanili dell’Inter Star, nel 2007 debutta in prima squadra. Nel 2008 si trasferisce in Turchia, al Trabzonspor. Nel 2009 viene ceduto in prestito nei Paesi Bassi, al MVV Maastricht. Rientrato dal prestito, milita per un’altra stagione al Trabzonspor, senza scendere mai in campo.

Nel 2011 viene acquistato a titolo definitivo dai ruandesi dall’APR. Nel 2012 si trasferisce in Sudafrica, al Bidvest Wits.Debutta in Nazionale il 1º giugno 2008, in Burundi-Seychelles. Segna la sua prima rete con la maglia della Nazionale il 26 marzo 2011, in Ruanda-Burundi.
Fonti: La Gazzetta dello Sport e Wikipedia.