Parma calcio torna italiano, il 60% a Barilla: addio cinesi…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2018 19:13 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2018 19:13
Parma calcio torna italiano, il 60% a Barilla: addio cinesi...

Parma calcio torna italiano, il 60% a Barilla: addio cinesi… (Ansa)

PARMA – Il Parma torna italiano. ‘Nuovo Inizio’, il gruppo di imprenditori parmigiani che aveva rifondato il club emiliano dopo il fallimento, ha reso noto oggi di avere acquisito nuovamente il pacchetto di maggioranza della società. Jiang Lizhang, l’imprenditore cinese leader della Desport, non sarà insomma più il presidente del Parma Calcio 1913 anche se, per ora, lo è ancora.

Come resta azionista di minoranza con il 30%. La nuova compagine societaria vede così Nuovo Inizio al 60% e Parma Partecipazioni Calcistiche (gruppo dell’azionariato popolare) al 10%.

Saranno quindi Marco Ferrari, Paolo Pizzarotti, Guido Barilla, Mauro Del Rio, Angelo Gandolfi, Giampaolo Dallara e Giacomo Malmesi a guidare il Parma Calcio 1913 verso la tanto auspicata salvezza nel primo campionato di serie A dopo le tre promozioni dirette ottenute dalla Serie D.

Nuovo Inizio ha pronto anche un aumento di capitale per, spiega Marco Ferrari (uno degli imprenditori parmigiani promotore della società) “rinforzare il club in vista del proseguo della stagione. Perché vogliamo diventare una solida squadra di serie A, magari con un nuovo partner che ci voglia accompagnare in questo obiettivo”.

Jiang Lizhang era al Tardini domenica scorsa in occasione della sfida interna con la Lazio. Era la prima volta che quest’anno si presentava a Parma ma questo non è bastato per restare al vertice del club. “Le complicazioni della burocrazia cinese successiva alla nuova normativa sui capitali esteri – ha spiegato ancora Ferrari – lo rendono inadatto a ricoprire un ruolo di maggioranza in un business iper regolamentato come il calcio italiano. In questi mesi avevamo sopperito come azionisti di minoranza, oltre il nostro ruolo, ma alla fine abbiamo dovuto prendere atto della situazione ed esercitare i nostri diritti che avevamo previsto sin dall’inizio dell’accordo con lui”.

Sul nome del nuovo presidente invece “servono i necessari tempi tecnici – ha concluso Ferrari – appena ci sarà lo annunceremo. Personalmente non credo di entrare ufficialmente nelle cariche”.

L’imprenditore cinese, a capo del colosso cinese Desports, leader nel Paese asiatico nel campo dello sport business, aveva perfezionato l’acquisto del pacchetto di maggioranza del parma a novembre dell’anno scorso, quando era diventato presidente. Sotto la sua gestione la promozione che ha riportato in serie A una squadra dal passato glorioso che era sparita dal calcio che conta con il fallimento della gestione Ghirardi.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.