Parma-Juventus streaming Dazn e diretta tv, dove vederla: orario e data

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 settembre 2018 20:29 | Ultimo aggiornamento: 1 settembre 2018 20:30
Parma-Juventus streaming e diretta tv, dove vederla: orario e data

Parma-Juventus streaming e diretta tv, dove vederla: orario e data
Ansa

PARMA – Parma-Juventus, partita valida come anticipo del sabato del campionato italiano di calcio di Serie A, verrà trasmessa in diretta streaming esclusiva su Dazn. Sarà visibile in diretta tv solamente per i possessori di una smart tv e di un abbonamento a Dazn [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Ronaldo “ieri era molto arrabbiato, come è normale: aveva fatto 15 gol nella scorsa Champions League e aveva vinto la coppa con i suoi compagni del Real. La sua è stata una scelta personale e, come tale, va rispettata”. Così Allegri sull’assenza di CR7 a Montecarlo dove la giuria gli ha preferito Modric come miglior giocatore della scorsa stagione. “L’atteggiamento di Ronaldo – ha proseguito il tecnico bianconero – dimostra quanto lui continui a lavorare per essere ancora il migliore, questo per noi è un vantaggio”.

“Manchester e Valencia sono ottime squadre, con ambienti caldi, mentre lo Young Boys è l’outsider. Ma alla Champions ci pensiamo dopo Sassuolo, ora dobbiamo concentrarci sul Parma”. Massimiliano Allegri è concentrato sulla sfida al Tardini: “Abbiamo sempre fatto fatica a Parma, negli ultimi 24 incontri abbiamo vinto 7 partite a testa e ci sono stati 10 pareggi. Quindi bisogna fare una partita tosta, da questi campi bisogna uscire con i tre punti”. Un concetto che – secondo l’allenatore della Juventus “va rinfrescato, perché magari si pensa che la partita possa essere una passeggiata contro la neopromossa. Siamo alla vigilia degli impegni delle Nazionali e per noi è sempre un pericolo”.

“Dybala è sereno, è alla ricerca della migliore condizione. Contraccolpo per Ronaldo? No, Cristiano è uno stimolo per tutti”. Allegri getta acqua sul fuoco dopo la panchina dell’argentino nel match con la Lazio, allontanando l’ipotesi ricadute psicologiche dopo l’arrivo di CR7: “Paulo ha iniziato dopo e ha giocato poche partite – ha spiegato il tecnico -. L’arrivo di Ronaldo è uno stimolo, c’è grande competitività, tutti vogliono giocare. è l’ultima delle prime tre di questo mini ciclo e poi inizieremo la stagione dopo la sosta e dopo la sosta bisogna essere tutti in condizione”.

Nonostante le parole di supporto, la presenza di Dybala dall’inizio non è assicurata: “Giocheranno Ronaldo e Mandzukic, devo scegliere chi sarà il terzo. O il quarto”, ha sorriso l’allenatore.”Il Napoli ha un allenatore che è un vincente, credo il tecnico più vincente d’Italia”. Allegri non si fida della concorrenza – “il campionato si è livellato, specialmente tra le prime 6” -, specialmente del Napoli di Ancelotti: “Dovremo stare più attenti, lotterà per lo scudetto dopo le critiche per le amichevoli estive, l’Inter ha fatto un’ottima squadra e a prescindere dal punto conquistato in due partite, lo troveremo a lottare per il campionato.

La Roma ha rinnovato molto, per vincere lo scudetto bisognerà faticare di più, perché le sei squadre si sono livellate verso l’alto. Non scordiamoci poi l’Atalanta, la Sampdoria, il Genoa, che comunque sono squadre, con la Fiorentina, che andare a battere è sempre difficile”.

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Grassi, Stulac, Barillà; Da Cruz, Inglese, Di Gaudio. All.: D’Aversa.
Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic; Bernardeschi, Dybala, Mandzukic; Ronaldo. All.: Allegri.