Parma, Paci: “Inspiegabile la squalifica di quattro turni”

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 18:48 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2011 18:48

”La squalifica di quattro turni? Sono cascato dalle nuvole, e’ incredibile. Per un fallo da ultimo uomo e’ inspiegabile: solitamente se ne da’ uno, al massimo due. Nemmeno avessi avuto l’intenzionalita’ di fare un fallaccio, oppure un episodio negativo lontano dal gioco e teso a far male all’avversario”. Massimo Paci ha commentato cosi’ alla decisione del giudice sportivo Tosel che lo ha squalificato per quattro giornate dopo l’espulsione di domenica con il Brescia a seguito di un fallo su Eder.

”Io non voglio passare per un giocatore cattivo, non fa parte di me, io non voglio fare male agli avversari – ha aggiunto il difensore del Parma – ho preso un calcio in faccia (l’intervento di Felipe Melo a gioco fermo in Juventus-Parma del 6 gennaio scorso ndr), ma non si e’ montato tutto questo caso.

Ripensando all’azione, mi accorgo che sono arrivato un attimo in ritardo. Sulla ‘spizzata’ di testa di Caracciolo, mi sono girato e sono stato anche abbagliato dal sole, ho cercato di rinviare la palla lontano ma Eder e’ stato piu’ rapido e l’ho colpito. Non ho protestato perche’ mi sono accorto di essere ultimo uomo e poi sono tornato indietro per accertarmi delle sue condizioni.

Poi nello spogliatoio ho avuto un momento di crisi, sono stato davvero male”. Ora, come confermato ieri dalla societa’, si attende l’esito del ricorso. ”Mi auguro che qualche giornata me la scontino – ha concluso il giocatore – So di aver causato un danno alla societa’ e so di aver dato anche una immagine di me non certo positiva ma sono fiducioso. Quattro giornate sono davvero troppe”.