Parma, Alessandro Lucarelli: “Disposti a pagarci le trasferte”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 febbraio 2015 12:11 | Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2015 14:32
Parma, Alessandro Lucarelli: "Disposti a pagarci le trasferte"

Alessandro Lucarelli (LaPresse)

PARMA – Nella mattinata di lunedì 23 febbraio sono ritornati nella sede del Parma gli ufficiali giudiziari. I tecnici del tribunale hanno completato le procedure di pignoramento che avevano portato nei giorni scorsi al sequestro di alcuni mezzi, compresa l’auto in dotazione allo staff medico. Questa volta sono state sequestrate attrezzature medicali di servizio alla palestra della prima squadra. I macchinari, di un valore di circa 500 mila euro, sono stati caricati su un furgone e portati all’esterno della struttura.

Alessandro Lucarelli, capitano del Parma, è tornato a parlare della situazione a Radio Anch’io Sport. “La situazione si poteva evitare, ora sono in campo Lega e Figc ma ormai mi sembra troppo tardi. Siamo disponibili a giocare ma vogliamo sentirci tutelati. Siamo disposti a pagare la trasferta noi pur di giocare a Marassi. Se il Parma viene messo in condizioni di giocare, giocherà. Potevamo giocare anche domenica a porte aperte davanti ai nostri tifosi. Il fatto di non giocare ieri mi ha fatto star male e soprattutto le motivazioni per cui non abbiamo giocato. Ci sembra di essere in un film – ha aggiunto ancora Lucarelli -, ne abbiamo viste di tutti i colori, con quattro presidenti e alla situazione di oggi mi sembra che l’unica soluzione possibile sembra il fallimento. Anche Manenti sta perdendo quella credibilità che la squadra gli aveva dato. Personalmente per ripartire sono disposto anche a giocare in Serie D, dò la mia piena disponibilità”.