Reggiana-Parma: sassi degli ultras reggiani sul bus dei parmigiani FOTO

di Silvio De Santis
Pubblicato il 20 dicembre 2016 13:07 | Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2016 13:37

Sassi sul pullman del Parma un’ora e mezzo prima dell’inizio del “derby del Parmigiano Reggiano” (o “derby dell’Enza”) fra Reggiana e Parma, gara attesa da 20 anni. Il bus della squadra parmigiana stava arrivando al “Mapei Stadium” scortato da tre auto della polizia, quando è stato accerchiato e aggredito da un gruppo di ultras reggiani. Sul pullman sono state lanciate pietre e bengala. Gli ultrà granata sono riusciti a danneggiare il parabrezza dell’autobus prima che la polizia riuscisse a disperderli.

Alcune schegge di vetro sono schizzate all’interno del mezzo ma non vi è stato nessun ferito fra i giocatori del Parma, i membri dello staff e il conducente. Una volta arrivati allo stadio, il direttore sportivo dei biancoscudati, Faggiano, ha fatto una sfuriata contro la gestione del servizio d’ordine.

In campo, davanti a 17 mila spettatori dei quali quasi 3.000 (2.904 per l’esattezza) tifosi parmigiani, il Parma di mister D’Aversa ha fatto sua la partita già nel primo tempo, con i gol di Giorgino (22′) e Baraye (29′), che hanno fissato il punteggio sullo 0-2 finale (guarda gli highlights).

Per la Reggiana, secondo l’allenatore Colucci troppo emozionata per il derby, una sconfitta che brucia per tante ragioni: perché ha fallito l’aggancio al primo posto, occupato dal Venezia a 39 punti. Perché è la prima sconfitta in casa quest’anno. Perché arriva in un derby sentitissimo e atteso da vent’anni, da quel lontano campionato 1996-97 in cui sia Reggiana che Parma giocavano in serie A.

Nella storia del derby, questo è il 5° successo del Parma a Reggio Emilia. L’ultimo successo in trasferta dei parmigiani risale al 1989, sempre con il punteggio di 0-2. Mentre i reggiani non battono gli odiati cugini dal 2-0 del 1994 (gol di Esposito e Padovano). In totale, su 72 partite disputate, sono state 26 le vittorie della Reggiana, 25 i pareggi e 25 le vittorie del Parma. Gialloblù in vantaggio sui granata nei gol segnati nei derby: 80 a 72.

La rivalità che oppone le due città di Parma e Reggio nell’Emilia, va ben oltre il calcio. Fin dal medioevo, all’epoca dei Comuni, le due città erano in lotta per questioni di confine. Perfino nei dialetti delle due città esistono termini per indicare gli acerrimi rivali, se infatti i parmigiani, così come i modenesi, chiamano i reggiani tèsti quedri (teste quadre), a loro volta i parmigiani vengono spesso chiamati dai reggiani bagolòn (bagoloni), un termine dispregiativo che ha il significato di “truffaldino, imbonitore, spaccone”.