Paternò perde 4-0. Tifosi contestano squadra. La presidentessa chiude la curva per un anno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Gennaio 2015 14:03 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2015 14:03
Il comunicato sul sito ufficiale del Paternò

Il comunicato sul sito ufficiale del Paternò

CATANIA – Domenica 18 gennaio il Paternò ha perso 4-0 in trasferta a Scordia – campionato eccellenza, girone B – e gli ultras della squadra, come riporta la Sicilia di Catania, hanno minacciato i calciatori per costringerli a togliersi la maglia. L’avvocatessa Stefania Amato, presidentessa della società, ha così deciso di applicare una sorta di Daspo chiudendo la curva dello stadio per tutta la stagione. “Non sono tifosi, ma facinorosi che danneggiano la società – sostiene la presidente in un comunicato pubblicato sul sito del club – L’avere obbligato e minacciato i giocatori a consegnare loro le magliette è stato un comportamento assurdo”.

“Sotto l’ aspetto della sicurezza – spiega – non disponiamo di un numero adeguato di steward per vigilare, in tema di servizio d’ ordine, in tutti i settori dello stadio. Di conseguenza, chi vorrà venire a vedere le partite del Paternò andrà in tribuna”. “A vedere le partite del Paternò – osserva – preferiamo avere le famiglie, i bambini e quelli che vogliono il bene della squadra”.