Perin ha il coronavirus, il portiere del Genoa non è asintomatico: ha la febbre

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 Settembre 2020 16:12 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2020 17:07
Perin ha il coronavirus, il portiere del Genoa non è asintomatico: febbre

Perin ha il coronavirus, il portiere del Genoa non è asintomatico: ha la febbre (foto Ansa)

Mattia Perin ha il coronavirus, il portiere del Genoa non è asintomatico: ha la febbre.

 Il portiere del Genoa Mattia Perin è risultato positivo al coronavirus dopo un tampone effettuato questa mattina.

“Perin era a casa con qualche linea di febbre da ieri e questa mattina è risultato positivo”.

Lo annuncia il tecnico del Genoa Maran.

“La squadra si è allenata regolarmente e partirà per Napoli nel pomeriggio”, ha detto l’allenatore.

Perin è il terzo calciatore di Serie A ad aver contratto il coronavirus nelle ultime ore.

Prima di lui, era toccato a Duarte e Ibrahimovic del Milan. 

I due calciatori rossoneri, a differenza del portiere del Genoa, sono asintomatici ed in buone condizioni di salute.

Ricordiamo che i calciatori di Serie A sono sottoposti di continuo a tamponi di controllo, soprattutto a ridosso delle partite.

Secondo la nuova normativa, la positività di uno o più calciatori non fa rinviare automaticamente le partite di quella squadra.

Anche perché se così fosse stato, la disputa regolare di questo campionato sarebbe stata a forte rischio.

Il movimento calcistico non può permetterselo perché c’è da rispettare una rigida tabella di marcia per garantire il regolare svolgimento di Euro 2021 il prossimo giugno.

I calciatori vengono messi in isolamento, domestico o ospedaliero a seconda della gravità dei casi, e si aggregano al resto della squadra solamente dopo la loro completa guarigione.

Per fortuna, ad oggi, non esistono calciatori di Serie A ricoverati in ospedale a causa del coronavirus.

Tutti i positivi sono guariti al termine dell’isolamento domestico (fonte Ansa).