Pescara: due ultrà arrestati per lancio fumogeni

Pubblicato il 18 Novembre 2010 13:01 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2010 13:01

Due tifosi arrestati e uno denunciato.

Questo il bilancio parziale (le indagini sono ancora in corso) del dopo Pescara-Ascoli, gara di campionato di serie B, disputata lunedi’ scorso allo Stadio Adriatico.

Ma questa volta non si parla di incidenti fra le opposte tifoserie (e quella fra bianconeri e biancazzurri era considerata dal Viminale una gara a rischio). Gli arresti riguardano infatti il lancio di petardi e fumogeni durante la gara di calcio (che come ha spiegato questa mattina il Questore di Pescara Paolo Passamonti, e’ stata sul punto di essere sospesa per motivi di ordine pubblico).

Lanci ripetuti (22 i petardi esplosi in tutto) che hanno portato all’arresto in flagranza di reato di due supporter biancazzurri (di cui non sono state rese note le generalita’) di 40 e 20 anni per il reato di lancio di fumogeni durante manifestazioni sportive (art. 6 e 6 bis della Legge 481/89).