Petrachi lavorava già per la Roma mentre era al Torino? Il ds smentisce: “No, solo un lapsus in conferenza stampa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Ottobre 2019 23:00 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2019 22:16
Petrachi Roma Torino smentisce di lavorare per i giallorossi quando era granata

Petrachi nella foto Ansa

GRAZ (AUSTRIA) – Prima della partita di Europa League tra il Wolfsberg e la Roma, il ds dei giallorossi Gianluca Petrachi ha smentito categoricamente di aver iniziato a lavorare per la Roma mentre era ancora sotto contratto con il Torino. Le sue dichiarazioni rilasciate a Sky Sport, sono riportate dalla Gazzetta dello Sport.

“Lo dico col sorriso sulle labbra, purtroppo dopo la conferenza stampa di Mkhitaryan non ho fatto smentite perché pensavo fosse palese che avessi fatto un lapsus, dicendo maggio invece di luglio, ma c’è gente che specula su queste cose. Mi hanno fatto le pulci, ma quando sarò chiamato – non sono ancora stato avvertito – tranquillamente dirò che è stato un lapsus. Stop. La Procura federale farà le proprie indagini, ma sono sereno, perché la mia carriera parla chiaro. In trent’anni non ho mai avuto problemi”.

Non solo Petrachi, anche Spinazzola ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo Wolfsberg-Roma, ecco cosa ha detto. 

Spinazzola si è espresso tra alti e bassi durante il match di Europa League. Ha giocato un gran primo tempo, segnando il suo primo gol con la maglia della Roma di testa, ma poi nella ripresa ha perso il pallone da cui è nato il pareggio degli austriaci. 

 

Sulla partita

Sono molto dispiaciuto per il mio secondo tempo, in cui ho sbagliato molto, tanti appoggi semplici ed è arrivato questo pareggio, che ci dà dispiacere, a me soprattutto.

 

Tanti palloni persi, da cosa è dispeso?

Posso dire, sotto il mio aspetto, che è mancata la lucidità mentale e ho sbagliato tante palle. Poi, è normale che potevamo giocare molto meglio tecnicamente. Loro hanno pressato molto, pressavano bene, però, potevamo giocare molto meglio la palla.

 

Un aspetto che va migliorato, visto che era già accaduto con l’Atalanta

Si, però, è stata un’altra partita, con l’Atalanta era uomo contro uomo. Qua c’era lo spazio per pensare, per fare molto meglio (fonti Sky Sport e La Gazzetta dello Sport).