Premio “I piedi buoni del calcio”: Marchisio, Zanetti, Jovetic e Frey

Pubblicato il 7 Febbraio 2012 10:03 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2012 10:03

ROMA –  Claudio Marchisio, mediano della Juventus, Javier Zanetti, terzino dell’Inter, Stevan Jovetic, attaccante della Fiorentina e Sebastian Frey, portiere del Genoa, hanno ricevuto il prestigioso premio alla carriera “I piedi buoni del calcio”.

”La squalifica di Ibrahimovic? Ho visto l’immagine, e’ importante quello che ha detto ed e’ importante che si sia reso conto di avere sbagliato”. Lo ha detto Javier Zanetti ai microfoni di Sky Sport a margine della consegna del premio ‘I piedi buoni del calcio’, a Milano.   Il capitano dell’Inter Javier Zanetti ha analizzato l’attuale momento della formazione neroazzurra, uscita malconcia dallo 4-0 subito contro la Roma:

”Condivido quello che ha detto il presidente Moratti – ha detto Zanetti a Sky Sport, a margine della premiazione ‘I piedi buoni del calcio’ a Milano – ci dobbiamo svegliare. Tutta la squadra deve rispondere, ci vuole carattere, ce la faremo anche stavolta”.

Secondo Zanetti, ”ieri e’ stata una partita brutta da parte nostra, la Roma ha meritato, da domani penseremo a correggere quello che abbiamo sbagliato. Dobbiamo ripartire gia’ da Novara. Nessuno ha mollato”.     Zanetti non vuole parlare di scudetto: ”Noi ora dobbiamo pensare a vincere con il Novara e arrivare al terzo posto. Se mi da’ fastidio che si parli di rifondazione? C’e’ poca memoria per quello che abbiamo vinto negli ultimi sette anni, adesso dobbiamo essere bravi a costruire qualcosa di nuovo”.     Il capitano dell’Inter ha ribadito che la squadra non ha preferenze tra Champions e campionato: ”Noi lottiamo per tutto”.

Infine, un augurio a Thiago Motta, andato al Paris Saint Germain: ”Era importantissimo per noi ma le scelte si fanno in due, e gli faccio in bocca al lupo”.  ”A fine campionato vedremo chi convocare, valuteremo quei giocatori che hanno avuto una certa continuita’. Se Totti e Di Natale hanno possibilita’? Assolutamente si”’. Cosi’ il ct della Nazionale Cesare Prandelli a Sky, a proposito della possibilita’ di vedere i capitani di Roma e Udinese agli Europei. Sulle condizioni di Giuseppe Rossi, Prandelli ha spiegato che ”sta recuperando. Lo aspetteremo fino all’ultimo momento. Stesso discorso per Antonio Cassano”.

Sulla scelta di De Rossi di restare giallorosso, il ct ha detto che il giocatore ”ha dimostrato in un momento particolare – cioe’ quando non e’ stato convocato – di essere molto attaccato a questa maglia. Complimenti a lui e alla scelta che ha fatto”.”Non giudico Ibrahimovic. Noi in Nazionale con il codice etico stiamo cercando di proporre qualcosa che dovrebbe essere la normalita’. La maglia azzurra e’ importante e va rispettata”.

Lo ha detto a Sky il ct dell’Italia Cesare Prandelli, a margine del premio ‘I piedi buoni del calcio’ a Milano.Per Stevan Jovetic, attaccante della Fiorentina, l’obiettivo della squadra viola e’ uno solo: ”Pensiamo intanto alla salvezza, poi se c’e’ l’occasione per ottenere qualcosa in piu’ la prenderemo”, ha detto il giocatore a margine del premio ‘I piedi buoni del calcio’ a Milano.

”Prima non segnavo tanto – ha proseguito Jovetic – ora gioco piu’ avanti, nel mio vero ruolo. Fino a ora sta andando bene, voglio continuare cosi”’. Nessuna voglia di lasciare la Fiorentina: ”Ho firmato il contratto con la Fiorentina, anche se non si sa mai. Chi guardavo in tv tra Milan e Inter? Il Milan perche’ c’era Savicevic”.     Infine, una battuta su Amauri: ”E’ un giocatore straordinario, forte fisicamente, segna tanto. Sicuramente ci dara’ una mano per fare buoni risultati”. Il servizio fotografico di LaPresse.