Pierino Prati è morto, dall’Europeo con la Nazionale alla tripletta in finale di Coppa dei Campioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2020 23:09 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2020 23:09
Pierino Prati è morto ha vinto l'Europeo con l'Italia e la Coppa dei Campioni con il Milan

Pierino Prati è morto, dall’Europeo con la Nazionale alla tripletta in finale di Coppa dei Campioni (foto Ansa)

MILANO – Pierino Prati, a lungo centravanti del Milan, poi della Roma e anche della nazionale italiana di calcio è morto oggi.

Lo apprende l’ANSA da fonti del Milan.

    Prati aveva 73 anni.

Nato a Cinisello Balsamo nel 1946, con la maglia della nazionale ha vinto gli Europei del 1968 ed è stato finalista ai Mondiali di Messico 1970, di cui ieri è ricorso del cinquantenario della finale Brasile-Italia.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, in rossonero ha vinto uno scudetto, 2 coppa Italia, 2 Coppa delle Coppe, 1 Coppa dei Campioni (con tripletta in finale), 1 Coppa Intercontinentale.

Con la Roma ha disputato 110 partite siglando 41 gol.

La scomparsa di Pierino Prati è arrivata pochi giorni dopo quella di un altro grande calciatore italiano, Mario Corso.

Da Mario Corso a Pierino Prati, il calcio italiano perde i grandi campioni del passato.

“Mario Corso era l’unico calciatore che Pelè dichiaratamente avrebbe voluto nel suo Brasile: questo per far capire ai giovani la portata della classe del mio amico”.

Massimo Moratti al telefono con l’ANSA si commuove nel ricordo:

“Era il mio preferito della Grande Inter, ma anche mio padre lo adorava, e lui rimase sempre vicino alla nostra famiglia.

Tecnica sopraffina, gioco in controtempo, le punizioni cosiddette ‘a foglia morta – conclude Moratti- era un piacere vederlo giocare…”. 

”È stato un calciatore che ha fatto sognare la mia generazione. Ma   io ho perso un amico, una delle più belle persone che la vita mi ha fatto incontrare”: così il sindaco di Milano Beppe Sala su Twitter (fonte ANSA).