Piermario Morosini: ancora nessun aiuto a Maria Carla, la sorella disabile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Luglio 2013 16:58 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2013 16:58
Piermario Morosini: ancora nessun aiuto a Maria Carla, la sorella disabile

Piermario Morosini: ancora nessun aiuto a Maria Carla, la sorella disabile (foto LaPresse)

ROMA – Maria Carla, sorella di Piermario Morosini, è rimasta sola dopo la tragica morte del fratello e senza alcun aiuto nonostante la sua invalidità.

La sorella di Morosini è ricoverata all’Istituto Palazzolo di Grumello del Monte, vicino Bergamo, perché entrambi i genitori e un terzo fratello sono morti e ad occuparsi di lei c’è solo lo zio.

Dopo la morte del fratello, nell’aprile del 2012, furono diverse le società che si offrirono di fornire aiuti economici e morali a Maria Carla, ma di fatto nessuna promessa è ancora stata mantenuta.

Il primo club a parlare fu l’Udinese e il presidente dei friulani Giampaolo Pozzo offrì la sua disponibilità per darle una mano. Poi il Livorno, l’ultima squadra dove il fratello aveva giocato. Infine l’Atalanta: “Maria Carla Morosini sarà per sempre parte della famiglia atalantina e non dovrà mai preoccuparsi di nulla”. Ancora nessun aiuto è però ancora arrivato alla ragazza che con la scomparsa del fratello ha perso tutta la sua famiglia.

Ed oggi su Bergamo News, sito che aveva riportato il caso sollevato, ha provocato grande sgomento tra i bergamaschi ma per il momento non ha sortito alcun effetto tra i diretti interessati. Una questione che ha sollevato molti malumori tra i bergamaschi e anche tra i tifosi atalantini, espressi attraverso le pagine di Facebook, che esigono chiarezza in merito. La notizia, che coinvolge mezza Serie A, è stata anche ripresa e sottolineata da diversi organi di stampa nazionali.