Pirlo nuovo allenatore della Juventus. Mossa a sorpresa di Agnelli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2020 20:17 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2020 20:21
Pirlo nuovo allenatore della Juventus. Mossa a sorpresa di Agnelli

Pirlo nuovo allenatore della Juventus. Mossa a sorpresa di Agnelli (Foto Ansa)

Sarà Andrea Pirlo il nuovo allenatore della Juventus dolo l’esonero di Maurizio Sarri. E’ questa la mossa a sorpresa di Andrea Agnelli.

Andrea Pirlo nuovo allenatore della Juventus dopo essere stato scelto per allenare l’under 23 bianconera. Senza mai allenarla di fatto passa subito alla prima squadra. Una mossa del tutto inaspettata da parte della socierà bianconera.

Dopo l’esonero di Sarri circolavano infatti diverso nomi, Zidane, Allegri, Pochettino… Ma la Juventus ha deciso di puntare sul centrocampista che ha vestito per anni dopo il Milan la maglia bianconera.

Ecco il comunicato ufficiale della Juventus.

“Sarà Andrea Pirlo il nuovo allenatore della Juventus. 41 anni, nato a Flero in provincia di Brescia, Andrea Pirlo ha una carriera leggendaria da calciatore che lo ha portato a vincere tutto, dalla Champions League al Campionato del Mondo nel 2006. Nei suoi quattro anni alla guida del centrocampo della Juventus, Pirlo ha vinto altrettanti scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe. 

Oggi inizia un nuovo capitolo della sua carriera nel mondo del calcio. Come si era detto circa una settimana fa: da Maestro a Mister. Da oggi per il popolo juventino sarà IL Mister, poiché la società ha deciso di affidargli la guida tecnica della Prima Squadra, dopo averlo già selezionato per la Juventus Under23.

La scelta odierna si basa sulla convinzione che Pirlo abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi. 

Andrea Pirlo ha firmato oggi un contratto biennale fino al 30 giugno 2022″. 

Maurizio Sarri esonerato. Non è una decisione che ha colto di sorpresa in quanto il tecnico toscano, arrivato in bianconero la scorsa estate, ha pagato l’uscita negli ottavi di Champions League contro il Lione e un gioco che non ha mai convinto del tutto tifosi e società.

Agnelli aveva detto che avrebbe preso qualche giorno per decidere, invece a meno di 24 ore dall’eliminazione con il Lione ha già scelto. 

Per conservare il posto a Sarri non è bastato vincere lo scudetto, il nono consecutivo. La prematura uscita dalla Champions ha convinto il club a cambiare guida tecnica. (Fonte Ansa).