Pjanic gol su punizione in Bosnia-Grecia. Poi rovina tutto con espulsione, potrebbe saltare Italia

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 marzo 2019 11:41 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2019 14:07
Pjanic gol su punizione in Bosnia-Grecia. Poi rovina tutto con espulsione, potrebbe saltare Italia

Pjanic gol su punizione in Bosnia-Grecia. Poi rovina tutto con espulsione, potrebbe saltare Italia (foto Ansa)

SARAJEVO – Dal possibile trionfo alla rovina. Miralem Pjanic ha giocato una grande prima parte di gara in Bosnia-Grecia, salvo poi rovinare tutto con una entrata con il piede a martello su Zeca che gli è costata l’espulsione. Come era accaduto contro il Napoli in campionato, Pjanic ha segnato un gol stupendo su punizione ma poi ha lasciato in dieci uomini la sua squadra per una espulsione davvero evitabile.

Pjanic gol ed espulsione, rischia di saltare l’Italia allo Stadium

La Bosnia ha iniziato la partita a cento all’ora e nel giro di quindici minuti si è portata sul 2-0 sulla Grecia. La Bosnia sembrava aver chiuso la partita e aver agganciato l’Italia al primo posto nel girone di qualificazione ad Euro 2020. Già sembrava, perché poi nella ripresa Miralem Pjanic ha rimediato un cartellino rosso pesantissimo che ha lasciato la sua squadra in inferiorità numerica ed in balia della Grecia.

Anche perché la Bosnia non è la Juventus e senza un calciatore del calibro di Pjanic, il suo rendimento cala drasticamente. Nella ripresa, la Grecia ha pareggiato i conti con Fortounis su calcio di rigore al 64′ e con Kolovos all’85’. Pjanic è stato espulso con un rosso diretto e rischia due giornate di squalifica. In questo caso, salterebbe il big match contro l’Italia nel “suo” Juventus Stadium.