Scambio Politano-Spinazzola, è fatta: ecco come Roma e Inter sono arrivate alla fumata bianca

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 16 Gennaio 2020 20:14 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2020 20:16
Scambio Politano-Spinazzola, è fatta: ecco come Roma e Inter sono arrivate alla fumata bianca

Politano con la sciarpa della Roma nella foto Ansa

ROMA – Dopo qualche ora di tensione, Roma e Inter sono riuscite a trovare un accordo per perfezionare lo scambio di calciomercato tra Matteo Politano e Leonardo Spinazzola. La Roma non ha mai avuto dubbi su questa operazione di calciomercato mentre l’Inter sembrava averci ripensato dopo l’esito, non del tutto soddisfacente, delle visite mediche di Spinazzola.

La Roma si è infastidita di questo ripensamento e l’affare stava rischiando seriamente di sfumare. Dopo una lite durata qualche ora, Roma e Inter hanno risolto la situazione con questa formula: la valutazione dei cartellini dei calciatori resta di 28 milioni di euro. Le due società hanno perfezionato uno scambio alla pari con la seguente clausola: il riscatto dei calciatori diventa obbligatorio solamente dopo che entrambi hanno raggiunto le quindici presenze.

Quindi, se uno dei due dovesse infortunarsi, il club avrebbe diritto di non riscattarlo con meno di quindici presenze all’attivo. In questo modo l’Inter, che aveva dubbi sulle condizioni fisiche di Spinazzola, ha la possibilità di non riscattarlo al termine della stagione se il giocatore non dovesse collezionare almeno quindici presenze.

Ovviamente non parliamo solamente del caso degli infortuni, gli allenatori hanno il diritto di farli giocare meno di quindici partite. Il mancato riscatto al termine della stagione potrebbe essere dettato anche da scelte tecniche.