Politano ha zittito la panchina della Juventus, arrivano conferme dall’agente

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 19 Giugno 2020 16:09 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2020 16:09
Politano ha zittito la panchina della Juventus, arrivano conferme dall'agente

Politano ha zittito la panchina della Juventus, arrivano conferme dall’agente (foto Ansa)

ROMA – Matteo Politano è stato uno dei protagonisti del trionfo del Napoli in Coppa Italia perché ha segnato uno dei rigori contro la Juventus.

E pensare che lo scorso gennaio Politano era praticamente un calciatore della Roma, poi lo scambio saltò perché l’Inter rispedì al mittente Spinazzola.

Allora Politano, che comunque era in uscita dall’Inter, firmò per il Napoli. A distanza di tanti mesi, l’ex calciatore dell’Inter è riuscito ad essere decisivo in Coppa Italia.

Ecco perché Politano ha zittito la panchina della Juventus dopo il gol su rigore.

Dopo aver segnato il rigore, Politano ha zittito la panchina della Juventus perché era stato infastidito.

A confermarlo è il suo agente Davide Lippi ai microfoni di Radio Kiss Kiss sul gesto dell’ex Inter:

 “Il gesto dopo il rigore? Ha sicuramente zittito qualche componente della panchina della Juventus che ha cercato di disturbarlo con qualche parolina di troppo cercando di farlo sbagliare. 

Così ha tirato un gran rigore e ha zittito la panchina bianconera al dopo il penalty. Napoli? Sono contento per come sta andando perché Giuntoli ha creduto in lui fin dal primo momento e sta avendo ragione.

Matteo è un grande e sono convinto che può fare ancora tanto e meglio in maglia azzurra”.

Il tabellino della finale di Coppa Italia vinta dal Napoli contro la Juventus. I campani hanno vinto ai calci di rigore dopo un match terminato senza reti.

La sequenza dei rigori: Dybala parato, Insigne gol, Danilo alto, Politano gol, Bonucci gol, Maksimovic gol, Ramsey gol e Milik gol.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (79′ Hysaj); Ruiz (79′ Allan), Demme, Zielinski (87′ Elmas); Callejon (66′ Politano), Mertens (66′ Milik), Insigne. A disposizione: Ghoulam, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Manolas, Younes. Allenatore: Gattuso.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Cuadrado (84′ Ramsey), Bonucci, De Ligt, A.Sandro; Bentancur, Pjanic (73′ Bernardeschi), Matuidi; Dybala, Ronaldo, D.Costa (65′ Danilo). A disposizione: De Sciglio, Muratore, Olivieri, Pinsoglio, Rabiot, Rugani, Szczesny, Vrioni, Zanimacchia. Allenatore: Sarri. 

ARBITRO: Doveri.

NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Ammoniti Rui (N); Bonucci, Dybala (J). Recupero 1’pt – 3’st.