Polonia-Germania 2-0. Clamoroso: i campioni del mondo vanno ko

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 ottobre 2014 11:00 | Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2014 11:00
Arkadiusz Milik

Arkadiusz Milik, autore del primo gol (LaPresse)

VARSAVIA, POLONIA – Clamoroso a Varsavia! I campioni del mondo della Germania, solo tre mesi dopo la conquista del titolo al Maracana di Rio de Janeiro, contro l’Argentina, sono stati battuti 2-0 dalla Polonia, in una partita di qualificazione agli Europei 2016 in Francia.

Per i padroni di casa si tratta di una prima assoluta, dal momento che – nelle precedenti 18 sfide contro i rivali tedeschi – avevano ottenuto solo sei pareggi e subito 12 sconfitte.

A decidere il match, che si è disputato in uno stadio Nazionale tutto esaurito (56.934 i paganti), un colpo di testa di Arkadiusz Milik, dopo 6′ di gioco del secondo tempo e una rete nel finale di Sebastian Mila, entrato da poco in campo. La Polonia, grazie a questo successo, raggiunge l’Irlanda, a quota sei punti, nella classifica del Gruppo D di qualificazione al prossimo torneo continentale, tre in più della Germania. I campioni del mondo in carica martedì torneranno in campo per ospitare proprio gli irlandesi, mentre i polacchi dovranno vedersela – sempre in casa – contro la Scozia.

“Siamo ovviamente delusi, ma non posso addossare colpe specifiche ai giocatori, se non per aver fallito diverse occasioni da gol – ha detto, nel dopopartita, il ct tedesco Joachim Loew -. Abbiamo applicato il nostro gioco e creato una lunga serie di opportunità. Alla prima occasione, la Polonia ci ha puniti: era questo il suo obiettivo. Martedì possiamo rifarci contro l’Irlanda”.