Nations League, Portogallo-Italia 1-0: azzurri rischiano umiliante retrocessione in Serie B

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 settembre 2018 22:46 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018 8:17
Nations League, Portogallo-Italia 1-0: azzurri rischiano umiliante retrocessione in Serie B

Nations League, Portogallo-Italia 1-0: azzurri rischiano umiliante retrocessione in Serie B (Ansa)

LISBONA (PORTOGALLO) – Portogallo-Italia 1-0, gol: André Silva 49′. Partita valida per la seconda giornata della fase a gironi della Serie A di Nations League. Classifica: Portogallo 3, Polonia e Italia 1.

Un incubo senza fine per il calcio italiano. Dopo la mancata qualificazione al Mondiale di Russia 2018, arriva il rischio di un’altra onta, la retrocessione in Serie B nella Nations League. Dopo il pareggio interno contro la Polonia, è arrivata la sconfitta sul campo di un Portogallo che era anche orfano di Cristiano Ronaldo.

Così l’Italia, che è la squadra che ha disputato più partite nel girone, ha solamente la miseria di un punto in due partite. Anche la Polonia ha un punto ma deve ancora giocare con il Portogallo. E i lusitani sono già volati in vetta alla classifica grazie al successo odierno contro gli azzurri. Insomma una situazione davvero complessa a due partite dal termine del girone.

5 x 1000

Il regolamento della Nations League parla chiaro, la prima andrà alla final four e avrà la possibilità di vincere la coppa. La seconda classificata si salva e la terza retrocede in Serie B. E in questo momento la terza piazza del girone è occupata dall’Italia.

In Portogallo Mancini ha cambiato 9 calciatori su 11 rispetto alla prestazione scialba contro la Polonia ma la situazione non è migliorata. Anzi, l’Italia ha perso di misura in Portogallo ma è stata dominata per novanta minuti. L’Italia non ha mai tirato in porta, gli avversari hanno segnato con André Silva, sono andati vicini altre due volte al gol con Bernardo Silva e hanno colpito anche un palo (cross di Mario Rui con deviazione di Cristante). Balotelli è stato bocciato e spedito in tribuna ma il suo sostituto, Ciro Immobile, ha giocato anche peggio. Cambia l’ordine degli addendi ma il risultato non cambia, l’Italia non incide e rischia di scivolare nella seconda serie della Nations League. Servirà un cambiamento di rotta contro la Polonia, in trasferta, e il Portogallo, in casa.

La cronaca della partita

Squadra che non vince, si cambia. Roberto Mancini ha deciso di rivoluzionare la squadra in vista del secondo impegno di Nations League nella tana di un Portogallo orfano di Cristiano Ronaldo.

Serve la vittoria e Mancini ha deciso di puntare su gente che corre. Per questo motivo, davanti al confermato Donnarumma ha deciso di schierare quattro difensori diversi rispetto quelli che hanno fatto male contro la Polonia. A destra, largo al debuttante Lazzari. A sinistra torna Criscito. Al centro i due giovani Romagnoli e Caldara. Mediana a due con l’estro di Jorginho e la corsa di Bryan Cristante della Roma. Attacco a quattro con Chiesa e Bonaventura esterni e Zaza e Immobile come centrali. L’osservato speciale è Chiesa, il calciatore della Fiorentina che ha cambiato il volto della partita contro la Polonia con il suo ingresso in campo. Bocciati Balotelli e Insigne.

Portogallo vicino al vantaggio al 4′. Cross di Cancelo, deviazione da due passi di William Carvalho, e palla fuori di un soffio a Donnarumma battuto. Al 16′, ci prova ancora il Portogallo. Puntata di Bruma che non centra lo specchio della porta azzurra.
26′, salvataggio sulla linea di Romagnoli su una conclusione a botta sicura di Bernardo Silva dopo una uscita a vuoto di Donnarumma. Palo del Portogallo al 31′, cross di Mario Rui deviato sul legno da Cristante. Il calciatore della Roma ha rischiato l’autogol. Fine primo tempo, l’Italia ha sofferto ma ha chiuso la prima frazione di gioco sullo zero a zero.

Gol del Portogallo a inizio ripresa. Bruma ha servito il pallone a André Silva e l’ex Milan battuto Donnarumma con un sinistro imparabile. Portogallo vicino al raddoppio al 53′, parata di Donnarumma su un tiro a botta sicura di Bernardo Silva. Al 59′, Mancini ha tolto uno spento Immobile e ha inserito in campo Domenico Berardi. Al 72′, Mancini getta nella mischia Emerson Palmieri al posto di Criscito per dare maggiore spinta alla squadra.

Al 79′, Mancini si gioca la carta della disperazione e fa entrare anche Belotti al posto di un insufficiente Cristante. Nonostante tutti questi cambi, è il Portogallo ad andare vicino al 2-0 all’86’ con Renato Sanches. Il centrocampista portoghese ha calciato a botta sicura ma ha dovuto fare i conti con una grande parata di Donnarumma. Non è successo più nulla, l’Italia ha perso in Portogallo e ora rischia seriamente la retrocessione in Serie B.

Le pagelle di Portogallo-Italia 1-0, partita valida per la seconda giornata della fase a gironi della Serie A di Nations League.
Portogallo: Rui Patricio sv; Cancelo 6.5, Pepe 6, Rui Dias 6, Mario Rui 6; Ruben Neves 6, W. Carvalho 6.5; B. Silva 7, Pizzi 6, Bruma 7; A. Silva 7.5. Subentrati: Sanches 6.5, Martin 6 e Oliveira 6. Allenatore: Santos 7.

Italia: Donnarumma 7; Lazzari 5, Caldara 5.5, Romagnoli 5, Criscito 5.5; Chiesa 6, Cristante 5, Jorginho 5, Bonaventura 5.5; Zaza 5.5, Immobile 5. Subentrati: Emerson 6, Belotti 5.5 e Berardi 5.5. Allenatore: Roberto Mancini 5.

Gli highlights di Portogallo-Italia 1-0

La grande parata di Donnarumma sul tiro di Bernardo Silva che ha reso meno amaro il passivo

Gol di André Silva su assist di Bruma