Portogallo-Italia 1-0, Mancini: “Retrocessione in Serie B? Il prezzo da pagare per far crescere i giovani”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Settembre 2018 23:18 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2018 23:18
Portogallo-Italia 1-0, Mancini: "Retrocessione in Serie B? Il prezzo da pagare per far crescere i giovani"

Portogallo-Italia 1-0, Mancini: “Retrocessione in Serie B? Il prezzo da pagare per far crescere i giovani” (Ansa)

LISBONA (PORTOGALLO) – I giocatori “ci hanno messo tutto quello che potevano, ma per vincere bisogna fare i gol quindi dobbiamo trovare dei rimedi”. L’Italia di Roberto Mancini incassa la prima sconfitta in Nations League, 1-0 contro il Portogallo. Dopo l’1-1 con la Polonia agli azzurri manca ancora la rete su azione.

“Il rischio retrocessione dalla Lega A? Dobbiamo crescere, quando si inizia ad arrivare a certi livelli è naturale soffrire. Questo è il prezzo da pagare per far crescere i nostri giovani” dice il Ct ai microfoni Rai. “Ad ottobre la gamba migliorerà è questo sarà positivo – aggiunge – ma quello del gol è il problema che dobbiamo risolvere”.

Portogallo-Italia 1-0 (0-0) nella seconda partita della Nations League, giocata a Lisbona. PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio sv, Cancelo 6.5, Pepe 6, Ruben Dias 6, Mario Rui 6, Pizzi 6 (29′ st Sanches sv), Ruben Neves 6.5, Carvalho 6.5 (41′ st Sergio Oliveira sv), Bruma 6.5 (31′ st Martins sv), Andrè Silva 7, Bernardo Silva 7. (12 Claudio Ramos, 22 Beto, 4 Neto, 5 Mendes, 16 Bruno Fernandes, 17 Guedes, 21 Cedric, 23 Gedson Fernandes). All.: Santos 6.5.

ITALIA (4-4-2): Donnarumma 7; Lazzari 5, Caldara 5.5, Romagnoli 5, Criscito 5.5; Chiesa 6, Cristante 5, Jorginho 5, Bonaventura 5.5; Zaza 5.5, Immobile 5. Subentrati: Emerson 6, Belotti 5.5 e Berardi 5.5 (1 Sirigu, 12 Perin, 3 Chiellini, 10 Insigne, 16 Benassi, 18 Gagliardini, 19 Bonucci, 20 Bernardeschi, 21 Barella). All.: Mancini 5. Arbitro: Collum (Scozia) 5.5. Reti: nel st 3′ Andrè Silva. Angoli: 11-6 per l’Italia. Recupero: 0′ e 4′. Ammoniti: Criscito, Ruben Neves, Chiesa, Berardi e Pepe per gioco falloso.

** IL GOL – 3′ st: Caldara perde palla a centrocampo sul pressing di Bruma che avanza e serve Andrè Silva. L’ex milanista con un diagonale di sinistro batte Donnarumma.