Prandelli: “Balotelli meno personaggio e più calciatore”

Pubblicato il 9 Giugno 2013 10:35 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2013 10:36
Prandelli: "Balotelli meno personaggio e più calciatore" (LaPresse)

Prandelli: “Balotelli meno personaggio e più calciatore” (LaPresse)

ROMA – Mario Balotelli “non è un giocatore come tutti gli altri. In conferenza stampa, prima della partita, siamo andati io e lui: il 90 per cento delle domande era sul razzismo, sulle provocazioni, sugli atteggiamenti che può avere in partita. Si deve rendere conto che noi gli chiediamo di fare il calciatore, non il personaggio o il giocatore protagonista, e di non pensare di risollevare da solo la partita”.

Così Cesare Prandelli, commissario tecnico della Nazionale, parlando dell’attaccante milanista, uomo copertina del gruppo azzurro e del calcio italiano.

“Dev’essere uno dei giocatori importanti e deve avere l’atteggiamento da squadra”, spiega il tecnico ospite de ‘La Repubblica delle Idee’ a Firenze”.

A livello mediatico – prosegue Prandelli – Balotelli non è un giocatore uguale agli altri. La Nazionale gira il mondo, quando scendiamo dal pullman è il più osannato, i ragazzini impazziscono per lui”.