“Prandelli voleva la Juve”: Della Valle accusa il tecnico per il divorzio con la Fiorentina. La replica: “Suo fratello sa la verità”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 19:44 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 20:24
prandelli

Cesare Prandelli

Il divorzio tra la Fiorentina e Cesare Prandelli fu colpa del tecnico, che “sognava la Juventus”. E’ questo il messaggio lanciato dal patron viola Diego Della Valle, che cercava di analizzare le difficoltà incontrate negli ultimi mesi dalla squadra toscana. Attualmente Prandelli è il ct della nazionale italiana.

Secondo Della Valle ”questa società, fino a pochi mesi fa, era legata ad un motto: ‘Tutti per uno, uno per tutti. Poi è venuto a mancare un tassello la situazione è cambiata ed ha destabilizzato. Quando ho avuto la certezza che Prandelli stava tentando di andare alla Juve immaginatevi come mi sono sentito”.

L’incontro con Della Valle era nato come un possibile faccia a faccia con Oliviero Beha che lo aveva criticato sulla conduzione del club. Beha non c’era, e il patron della società viola ha raccontato la sua verità ed alla fine ha anche risposto alle domande dei giornalisti contrariamente a quanto era stato annunciato nel primo pomeriggio.

”Poi – ha aggiunto Della Valle – la presi come una chiacchiera. Ma quando il proprietario della Juve mi ha chiamato dicendomi che Prandelli parlava con Bettega e che per rispetto nei miei confronti non lo avrebbe mai preso avendo anche un’altra idea, capii che era vera. Certi pensieri fanno male quando si sono fatte tante cose assieme”.

Della Valle ha ricordato: ”Gli ho impedito di fare un grande errore, come l’avrebbe presa la tifoseria? Prandelli può raccontare la sua verità Mi piaceva di più il Prandelli di Orzinuovi, attorniato dai suoi familiari, meno quello di oggi. Non doveva chiamare i giocatori viziati, io e loro gli facciamo gli auguri. La Fiorentina è comunque casa sua, a patto che si comporti con lealtà”.

Prandelli si è detto ”molto amareggiato” per le parole del suo ex presidente: ”Non mi sono mai proposto per incarichi ad altre società. Mi spiace che in merito a un mio presunto passaggio ad un’altra società non abbia mai parlato Andrea Della Valle: lui sì che sa la verita”’.