Premier League: Liverpool sconfitto nel derby e ultimo in classifica

Pubblicato il 17 Ottobre 2010 19:58 | Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre 2010 19:58

Fernando Torres con la maglia del Liverpool

Liverpool salvo dal fallimento, ma in caduta libera sul terreno di gioco. I Reds, passati in settimana al New England Sports Ventures, consorzio statunitense già proprietario dei Boston Red Sox (baseball), hanno perso 2-0 nel derby con l’Everton al Goodison Park (un gol per tempo di Tim Cahill e Mikel Arteta), sotto gli occhi dei nuovi proprietari John W. Henry e Tom Werner.

I due alla fine hanno anche dovuto incassare gli sberleffi dei sostenitori avversari, con in sottofondo il coro ”quanti soldi buttati”.

Dopo otto giornate di Premiership, la squadra allenata da Roy Hodgson è ultima in classifica con 6 punti, in compagnia di West Ham e Wolverhampton.

Sconfitto per la quarta volta – in una delle partite più attese dai tifosi -, con tre pareggi ed un solo successo, il Liverpool (18 volte campione d’Inghilterra) è piombato in piena zona retrocessione, come non gli succedeva dal 1984 e sta attraversando uno dei momenti sportivamente più bui dei suoi 118 anni di storia.

Nell’altro posticipo, il Manchester City ha vinto 3-2 in casa del Blackpool grazie ad una doppietta dell’argentino Tevez (ora capocannoniere con 7 centri) ed alla rete di David Silva al 90′.

La squadra guidata da Roberto Mancini sale a 17 punti e ne rosicchia due al Chelsea, primo a quota 19, sabato frenato sullo 0-0 dall’Aston Villa. Dietro un terzetto a 14, con Arsenal Manchester United e Tottenham. Domani Blackburn-Sunderland chiude l’ottava giornata.

Risultati: Manchester United-West Bromwich 2-2 Bolton-Stoke City 2-1 Newcastle-Wigan 2-2 Wolverhampton-West Ham 1-1 Fulham-Tottenham 1-2 Arsenal-Birmingham 2-1 Aston Villa-Chelsea 0-0 Everton-Liverpool 2-0 Blackpool-Manchester City 2-3