Psg-Nantes, arbitro in tackle su giocatore che l’aveva fatto cadere. Espulso per vendetta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 gennaio 2018 9:04 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2018 9:04
psg-nantes-arbitro

Psg-Nantes, arbitro in tackle su giocatore che l’aveva fatto cadere. Espulso per vendetta

ROMA – Psg-Nantes, arbitro in tackle su giocatore che l’aveva fatto cadere. Espulso per vendetta. Il Nantes guidato da Claudio Ranieri non riesce a battere il Paris Saint Germain nel posticipo della 207a giornata di Ligue 1 e la capolista, vincendo 1-0, porta così a 11 punti il suo vantaggio sulla seconda, il Monaco. Firmata Di Maria la rete decisiva, arrivata già al 12′ su assist dell’uruguaiano Cavani. Senza Neymar, i parigini hanno giocato meglio nel primo tempo, soffrendo il tentativo di rimonta del Nantes nella ripresa.

Della partita si ricorderà più di ogni altra cosa, però, il comportamento dell’arbitro Tony Chapron. Non per aver annullato per fuorigioco la rete del possibile 1-1 di Sala, ma per un plateale e volontario tentativo di sgambetto ad un giocatore del Nantes, Diego Carlos, che lo aveva fatto cadere investendolo durante un’azione di gioco nel recupero.

Non contento, l’arbitro ha quindi estratto il cartellino giallo sul ‘colpevole’, lo ha espulso per doppia ammonizione – facendolo infuriare e rendendo necessario l’intervento dei compagni per evitare pericolose reazioni – e ha assegnato una punizione al Psg. Un episodio su cui si sono già scatenati i social e non solo in Francia, con commenti poco lusinghieri per il direttore di gara.

https://www.youtube.com/watch?v=mA_lxNrabEY

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other