Rai e Fiat: soldi alla Nazionale di Calcio

Pubblicato il 31 maggio 2011 8:58 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 10:19

(ANSA) – FIRENZE, 30 MAG – La nazionale azzurra non ha perso
il suo appeal. Anzi incassa ancor piu’ di prima. Questo indicano
gli ascolti tv delle ultime uscite – peraltro vittoriose –
dell’Italia di Prandelli. E soprattutto le intese commerciali
chiuse, che portano nelle casse della federcalcio cifre ancor
piu’ consistenti del recente passato, in tutto oltre 136 milioni
di euro nel prossimo quadriennio.
Fiat e Figc hanno presentato oggi, a Coverciano, il nuovo
accordo che fa del gruppo torinese uno dei top sponsor della
maglia azzurra, di qui fino al 2014. Nessuna cifra ufficiale,
solo un ”sentire comune” nel progetto di riorganizzazione e
rinascita; ma l’intesa ha un’ottima valenza economica per la
Figc visto che dovrebbe incassare – tra cash e forniture – circa
3 milioni di euro l’anno piu’ premi a vincere a salire, dalla
qualificazione alle competizioni fino a ogni successivo gradino
di Europei e Mondiali. ”Non facciamo alcun tipo di cifra,
neanche sotto tortura”, hanno detto Paolo Gagliardo,
responsabile marketing di Fiat Group automobiles, e Rino Drogo,
brand promotion manager. ”Ci sono una parte fissa, una parte in
forniture d’auto, e una porzione legata ai risultati”, ha
spiegato il direttore generale Figc Antonello Valentini. ”E noi
speriamo di dover pagare i premi delle vittorie quando Prandelli
alzera’ le coppe”, hanno fatto eco i dirigenti di Torino. Di
fatto, la casa torinese ha deciso di puntare sulla nazionale in
concomitanza con gli europei e i mondiali, vista l’importanza
dei mercati di Polonia e Brasile.
Ancora piu’ sostanzioso il capitolo Rai, che rinnova
l’accordo tra federcalcio e tv pubblica per tutte le partite
casalinghe e per le amichevoli: 124 milioni di euro in 4 anni,
12 in piu’ del precedente contratto scaduto a fine 2010. ”E’ un
accordo di reciproca soddisfazione: per la Federcalcio
economicamente e per la Rai editorialmente”, ha spiegato
Valentini, che ha dialogato in questi mesi con Antonio Marano.
Poi un ultimo incontro con il nuovo dg Lei e i rispettivi
presidenti, Abete e Garimberti, ha portato alla chiusura fino
all’approvazione del Cda di via Mazzini. Italia-Estonia sara’
dunque la prima partita dell’anno trasmessa col nuovo accordo.
La Figc ha offerto nell’intesa contenuti forti, a cominciare
da un carnet di amichevoli di lusso. ”Le partite di
qualificazione dipendono dai sorteggi, ma per le amichevoli
abbiamo in programma una serie di partite di primissimo piano,
molto piu’ interessanti di quelle del precedente quadriennio”,
aggiunge Valentini. Germania, Spagna, Francia e Olanda sono
state gia’ contrattualizzate, andata e ritorno, si lavora alle
altre big mondiali, Brasile in testa o Argentina. Saranno
valorizzate le nazionali giovanili, soprattutto saranno
aumentati i contenuti per i canali tematici, RaiSport 1 o
Raisport2: con le dirette degli allenamenti azzurri, uno studio
tv a Coverciano, possibile trasmissioni a tema, uno dei due
potrebbe diventare una sorta di ‘canale azzurro’. Il nuovo
contratto concede inoltre alla Rai i diritti di simulcast.
Stara’ ai dirigenti di viale Mazzini decidere se e come
concedere la diretta della partite azzurre anche sul
web. (ANSA)