Claudio Ranieri: “Fossi il nuovo ct azzurro, punterei su Balotelli”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2018 12:27 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2018 12:27
Claudio Ranieri: "Fossi il nuovo ct azzurro, punterei su Balotelli"

Claudio Ranieri: “Fossi il nuovo ct azzurro, punterei su Balotelli”

NANTES (FRANCIA) –  Claudio Ranieri ripartirebbe da Balotelli.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela gratis da Google Play.

Fosse il nuovo ct azzurro, l’ex tecnico del Leicester dei miracoli darebbe una nuova chance all’attuale centravanti del Nizza, fuori dal giro della Nazionale dal 2014, cioè dai disastrosi Mondiali del Brasile. Poi affiderebbe a Verratti il ruolo di guida dell’undici azzurro e gli cambierebbe posizione in campo. Ranieri, attualmente tecnico del Nantes (Ligue 1 francese) è uno dei nomi della rosa allargata di candidati per la panchina azzurra: dall’Italia “non mi ha chiamato nessuno” e “non mi sento né in corsa per la Nazionale, né fuori”.

Poi non si sottrae agli interrogativi sul futuro della panchina azzurra: “ho un contratto col Nantes. Se mi chiamano, ci penso e ne parlo con i dirigenti del club” dice l’allenatore romano a Radio anch’io lo sport. Quanto ai compiti che aspettano il nuovo ct, chiunque egli sia, secondo Ranieri “bisognerà dare tempo per creare un nuovo gruppo, ci sono giovani interessanti, ma devono fare esperienze internazionali, è prematuro giudicare la squadra in questo momento.

Oggi mancano i supercampioni come Riva, Boninsegna, Baggio Del Piero Totti, ma giovani interessanti ci sono, diamogli modo di esprimersi. Siamo in un’epoca in cui si vuole tutto e subito, bisogna invece dare tempo e ponderare i giudizi, bisognerà provare e riprovare, non è facile trovare il bandolo della matassa”. In campo vorrebbe di nuovo Balotelli, che in Francia “sta facendo la differenza, lo vedo ogni domenica. Bisognerebbe dargli una nuova possibilità in Nazionale per vedere e verificare se e quanto è migliorato”.

Da Ranieri c’è attesa anche per Verratti, il talento del Psg dal rendimento altalenante in azzurro: “è un giocatore che ha fatto vedere ottime cose” dice, e aggiunge: “gioca a centrocampo nel Psg e in Nazionale. Io invece lo vedo centrale davanti alla difesa, come lo aveva messo Zeman a Pescara, bisogna ricominciare da lì”. Ma Ranieri pensa a Verratti per un ruolo di guida del futuro undici azzurro: E’ giunto il momento di dare delle responsabilità in campo a Verratti”.