Rashford scende in campo contro il coronavirus, ha raccolto 20 milioni di sterline per dar da mangiare ai bambini

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 21 Aprile 2020 17:23 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 17:23
Rashford scende in campo contro il coronavirus, ha raccolto 20 milioni di sterline per dar da mangiare ai bambini

Rashford scende in campo contro il coronavirus, ha raccolto 20 milioni di sterline per dar da mangiare ai bambini (foto Ansa)

MANCHESTER (INGHILTERRA) – Rashford si è aggiunto alla lunga lista di calciatori e di sportivi che hanno fatto delle donazioni durante questa quarantena da coronavirus.

Rashford ha organizzato una raccolta fondi con la collaborazione dell’organizzazione benefica Fare Share.

Il suo scopo era quello di raccogliere molti soldi da donare ai bambini che stanno morendo di fame per colpa del coronavirus.

Il risultato è stato raggiunto visto che il Nazionale Inglese ha raccolto la bellezza di venti milioni di sterline.

Rashford ha dato il buon esempio e ha avviato questa raccolta fondi donando in prima persona 50.000 sterline.

Rashford è un grande campione, è una stella dello United e della Nazionale Inglese, è molto giovane quindi è anche un influencer sui social network.

Per tutta questa serie di ragioni, la sua raccolta fondi si è rivelata un autentico successo. Il gioiello dello United ha sfruttato la sua popolarità per una giusta causa.

Il motivo di tanta generosità? Lo spiega lo stesso attaccante del Manchester United: 

“Ho organizzato questa raccolta fondi per i bambini più bisognosi perché sentivo di farlo nel profondo del mio cuore.

Ora sto bene economicamente ma fino a dieci, quindici, anni fa ero esattamente come questi bambini che adesso non hanno niente da mangiare.

Quando sono iniziati i problemi economici legati al coronavirus, non ci ho pensato due volte. Ho avviato subito questa raccolta fondi.

Non bisogna mai dimenticarsi delle proprie origini. Ripeto, fino a dieci anni fa ero nella loro stessa situazione. Non ho potuto tirarmi indietro…”.