Ratko Rudic si ritira dalla pallanuoto, ha vinto tutto con Settebello e Pro Recco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2020 20:00 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2020 18:11
Ratko Rudic si ritira dalla pallanuoto, ha vinto tutto con Settebello e Pro Recco

Ratko Rudic si ritira dalla pallanuoto, ha vinto tutto con Settebello e Pro Recco (foto Ansa)

RECCO – Ratko Rudic lascia la Pro Recco e la pallanuoto, almeno in panchina.

Il tecnico, che è stato anche ct della nazionale italiana, ha deciso alla soglia dei 72 anni di chiudere la sua lunghissima avventura a bordovasca, salutando il club ligure.

“La decisione di terminare la mia carriera come allenatore è maturata prima che scoppiasse l’emergenza Coronavirus – le parole di Rudic rese note dalla società campione di Recco – e l’ho comunicata al presidente Felugo.
   

Volevo finire la carriera con un grande risultato e mettermi a disposizione della società in un altro ruolo per contribuire alla realizzazione del progetto.

Certamente con la pandemia molte cose sono cambiate, il futuro è incerto e vedremo come sarà organizzata l’attività“. 

Ratko Rudic ha reso leggendario il Settebello azzurro.

Rudic, nel 1991, passò alla guida della nazionale italiana.

Sulla panchina azzurra collezionò 445 presenze  e si aggiudicò il Grande Slam della pallanuoto: medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1992, ai Mondiali del 1994, agli Europei del 1993 e del 1995 e nella Coppa del Mondo del 1993.

Sulla panchina dell’Italia si aggiudicò inoltre due medaglie d’argento nella Coppa del Mondo (1995 e 1999), un bronzo alle Olimpiadi del 1996 e agli Europei del 1999.

Il periodo come commissario tecnico della nazionale italiana, però, si concluse con l’ignominia.

Al termine del quarto di finale delle Olimpiadi del 2000 perso dall’Italia contro l’Ungheria, fu coinvolto in una rissa  che gli costò un anno di squalifica  e l’esonero (fonti Ansa e Wikipedia).