Real Madrid di nuovo in crisi, Conte – Mourinho ballottaggio per la panchina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2019 14:23 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2019 14:26
Real Madrid di nuovo in crisi, Conte - Mourinho ballottaggio per la panchina

Real Madrid di nuovo in crisi, Conte – Mourinho ballottaggio per la panchina
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

MADRID (SPAGNA) Il Real Madrid e ovviamente il suo allenatore finiscono nell’occhio del ciclone dopo l’ennesimo capitombolo della stagione, questa volta in casa contro la Real Sociedad. Tonfo condito questa volta anche dalle polemiche sulla Var. E la stampa spagnola va giù duro non salvando nessuno, ne’ giocatori ne’ l’allenatore Santiago Solari, ma già si parla, come sempre in questi casi, di possibili soluzioni per far uscire le merengues dal tunnel con l’arrivo di tecnici di cui si era già parlato in passato come l’italiano Antonio Conte e il portoghese Josè Mourinho che a sua volta ha lasciato di recente il Manchester United.

Real Madrid, la crisi è senza fine

Per uno dei maggiori quotidiani spagnoli come Marca si tratta di ”una crisi senza fine”, mentre secondo As ”è la peggiore carestia da 25 anni a questa parte. I blancos hanno fatto solo 26 gol: il Real Madrid non aveva numeri così disastrosi dalla stagione 1993-94. I tifosi cominciano a rimpiangere e a sospirare per l’addio a Cristiano Ronaldo…”. Sulla sua pagina Web l’altro quotidiano sportivo spagnolo Mundo Deportivo spara: ”il Real è in agonia e Bale scappa via con la sua auto dal Bernabeu al 78′ con la sua squadra sotto 0-1”. Anche il generalista ‘El Pais’ va giù duro contro il Real Madrid puntando il dito soprattutto contro l’allenatore reo d’aver messo male in campo le merengues: ‘Al Bernabeu prevale la realtà. Dopo la sosta la squadra di Solari è apparsa inconsistente e disordinata”.

A fare una feroce autocritica dopo il ko al Bernabeu di ieri sera è il suo asso croato e pallone d’oro Luka Modric che allo stesso tempo salva Solari: ”L’allenatore sta facendo un buon lavoro, prepara le partite molto bene, ma non può segnare, non può evitare quello che ci è successo all’inizio, sta facendo il suo lavoro, ma i giocatori sono quelli che scendono sul campo”.